giovedì, 29 Settembre 2022

Tennis Laver Cup, l’ultima di Federer in doppio con l’amico-rivale Nadal: un match leggendario

L'ultimo match della carriera di Roger Federer da tennista sarà, come desiderato, al fianco del rivale di una vita ed amico Rafa Nadal venerdì sera. Le due leggende sfideranno Jack Sock e Frances Tiafoe nell'ultimo match della prima giornata della Laver Cup.

Da non perdere

Roger Federer giocherà il suo ultimo match da professionista a Londra in doppio al fianco del rivale di una vita ed amico Rafael Nadal. Una partita che è già leggenda e che farà calare il sipario sulla carriera di un campione infinito ed irripetibile. Roger e Rafa sfideranno Jack Sock e Frances Tiafoe nel main event della sessione serale della prima giornata di Laver Cup.

Il programma di venerdì 23 settembre

  • Casper Ruud (Europa) vs Jack Sock (Mondo)
  • Stefanos Tsitsipas (Europa) vs Diego Schwartzman (Mondo)
  • Andy Murray (Europa)vs Alex De Minaur (Mondo)
  • Roger Federer/Rafa Nadal (Europa) vs Jack Sock/Frances Tiafoe (Mondo)

Federer in coppia con Nadal

A precedere la partita il singolare, a partire dalle 20:00 ora italiana, tra Andy Murray e Alex De Minaur. Considerando anche lo spirito battagliero di due tennisti come Murray e de Minaur, presumibile che la partita possa avere della lotta. Indicativamente dunque il doppio Federer-Nadal contro Sock-Tiafoe non sarà in campo prima delle 21.30 di venerdì 23 settembre 2022.
Federer e Nadal insieme vantano già un precedente, curiosamente proprio nello stesso giorno di 5 anni fa. Era il 23 settembre 2017 quando nella prima edizione di Laver Cup a Praga, Nadal e Federer scesero in campo insieme in doppio contro proprio Jack Sock in coppia all’epoca con Sam Querrey. Nadal-Federer si imposero per 6-4 1-6 10-5.

Djokovic, Berrettini e non solo sull’addio del campione

Novak Djokovic: “La fine di un’era, sembra davvero così. È molto triste per il tennis e per lo sport in generale dover dire addio ad uno dei più grandi di tutti i tempi. Il modo in cui si è comportato dentro e fuori dal campo gli ha assicurato popolarità in tutto il mondo e se la merita“.
Matteo Berrettini: “Roger è il mio idolo sin dall’infanzia, uno dei motivi per cui ho scelto di fare il professionista. Essere qui insieme a questi campioni è pazzesco, sto imparando tanto da loro“.
John McEnroe: “Lascia che ti dica questo: sei la classe fatta a persona, ho amato vederti giocare, commentare le tue partite è stato un privilegio. Tu sei il più bel giocatore che io abbia mai visto su un campo di tennis. Grazie per tutto quello che hai fatto, è stato un piacere vederti in questi 20 anni“.
Toni Nadal, zio e coach storico di Rafa: “Anche nelle partite più incredibili e tese, ognuno ha cercato con il proprio stile di superare l’altro, mantenendo sempre lo stesso spirito guida: nessuna scorciatoia, solo tennis. Con loro ho visto da vicino lo sport allo stato puro: la lotta fino all’ultima energia senza mai perdere rispetto per il rivale e soprattutto per il gioco. Anzi, dico che non è stata una semplice rivalità, è stato un esempio a cui guardare nella vita“.

Ultime notizie