mercoledì, 5 Ottobre 2022

Roma, coppia sorprende un giovane rom a rubare corrente dal condominio: tornano a pestarli in 25

A Roma, una coppia avrebbe aggredito un giovane mentre tentava di rubare energia elettrica dal contatore condominiale. Il ragazzo avrebbe poi mandato 25 rom del vicolo Salvini, non lontano dal condominio, per vendicarsi della coppia. L'uomo e la donna hanno riportato ferite gravi.

Da non perdere

Nella giornata di ieri, lunedì 19 settembre, una coppia avrebbe sorpreso un giovane mentre stava tentando di rubare elettricità dal quadro elettrico condominiale del quartiere Marconi a Roma. La vicenda, finita in rissa, è stata calmata solo dall’arrivo dei Carabinieri che hanno scortato la coppia in ospedale. A questo punto, il ragazzo avrebbe chiamato per vendicarsi 25 rom del suo campo che si sono recati di fronte all’ospedale e avrebbero, in un primo momento, tentato di irrompere all’interno della struttura e, in un secondo momento, ferito la donna appena rilasciata. I Carabinieri stanno indagando per far chiarezza sulla vicenda.

La ricostruzione dei fatti

Una coppia avrebbe sorpreso e aggredito un giovane, intento a rubare energia elettrica dal contatore della luce del condominio. La vicenda, interrotta solo dall’arrivo dei Carabinieri avvisati da alcuni passanti, avrebbe preso una piega violenta. Il ragazzo, appartenente al campo rom del vicolo Salvini poco distante dalla palazzina, avrebbe reagito ai rimproveri e ferito a sua volta la coppia che, scortata dai militari, si è recata all’ospedale San Camillo per ricevere medicazioni.

Il giovane avrebbe poi chiesto vendetta agli “amici” del campo rom che, in 25, hanno tentato di irrompere all’interno dell’ospedale San Camillo venendo fermati dagli operatori. Alle 13:30, però, la donna viene rilasciata e 20 di loro la aggrediscono trascinandola per i capelli e colpendola alla testa. Nel frattempo, gli altri cinque avrebbero fatto irruzione all’interno della struttura a caccia del compagno della donna, seminando il panico nel reparto. A quel punto, i Carabinieri sono intervenuti in massa facendo fuggire i rom.

Le prognosi sono di 10 giorni per la donna, che ha riportato un trauma cranico e ferite alla testa, e di 30 giorni per il compagno per la frattura di naso e costole oltre a numerose ferite in tutto il corpo. Anche il ragazzo, sorpreso a rubare nel condominio, ha riportato ferite e un trauma cranico con una prognosi di cinque giorni. Gli investigatori dell’Arma hanno ascoltato già diversi testimoni e acquisito alcune immagini delle telecamere di sorveglianza.

L’assessore della Regione Lazio, sul posto ha espresso la sua solidarietà alle vittime

“La spedizione punitiva che ha coinvolto gli operatori del pronto soccorso del San Camillo è semplicemente folle”. Queste le parole dell’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato che questa mattina si è recato presso l’ospedale San Camillo. “È ora di dire basta, chi compie questi gesti folli andrebbe sanzionato con un vero e proprio Daspo. Le operatrici e gli operatori sono stanchi di subire queste violenze fisiche e verbali gratuite. Voglio ringraziare le Forze dell’Ordine che con il loro tempestivo intervento hanno evitato il peggio” ha concluso D’Amato.

“Serve intervento immediato” commenta il consigliere capitolino Santori

“I gravissimi fatti che si sono ripetuti anche in queste ultime ore esigono un intervento immediato sia a Roma che in tutto il territorio nazionale. E non basta, la sicurezza e la tutela dei cittadini e della legalità devono essere garantiti sempre e ovunque, su tutto il territorio. Il problema della criminalità quotidiana esercitata dai rom con furti, atti di teppismo, minacce, estorsioni, scippi e aggressioni, si argina solo agendo con prontezza e efficacia. Assumere forze più dell’ordine, attivare controlli interforze, punire e allontanare chi delinque dal territorio“. Mentre questa è la nota del consigliere capitolino Fabrizio Santori, candidato della Lega nel collegio Lazio 1 della camera dei deputati alle elezioni politiche 2022.

Ultime notizie