venerdì, 30 Settembre 2022

Basket, la Spagna sul tetto d’Europa: battuta la Francia 88-76

Alla fine a trionfare è l'esperienza della nazionale di Sergio Scariolo che batte 88-76 la Francia ed è campione d'Europa. Super partita dei fratelli Hernangomez, Juancho (27) e Willi.

Da non perdere

La Spagna batte la Francia 88-76 ed è campione d’Europa 2022. Per la nazionale dell’italiano Sergio Scariolo è il quarto oro a Eurobasket. La finale è stata a senso unico sin dal primo tempo, coi fratelli Hernangomez grandi protagonisti. La Francia ha provato a riportarsi sotto, arrivando addirittura a -3, ma alla fine i ragazzi di Collet pagano la solita valanga di palle perse, ben 19 che hanno prodotto 35 punti, un enormità. Tra gli spagnoli oltre alle superbe prestazioni di Juancho (27-5) e Willi (14-8), il solito Lorenzo Brown a giocare per la squadra, mettendo a segno una doppia doppia da 14 e 11 assist.

PRIMO QUARTO. Il primo momento importante sono i 2 falli di Albicy, costretto a sedersi dopo appena 3 minuti. La Spagna inizia veramente, muovendo la difesa francese e andando in lunetta ben 7 volte. Primo timeout per Vincent Collet sul 14-5 Spagna. Il piano partita di Scariolo è chiaro: quando c’è Gobert, circolazione per chiamarlo fuori area, quando c’è Fall vedi sopra. Il problema della Francia, oltre a una Spagna perfetta nel primo quarto, è trovare qualcuno che supporti Fournier sul tabellino. L’unica tripla francese del primo quarto la mette a segno Thomas Heurtel, a cui tra l’altro risponde subito dopo Rudy Fernandez. Il primo quarto è spagnolo sotto tutti i punti di vista. Percentuali, gioco, energia e difesa tutte dalla parte della nazionale di Scariolo per il 23-14 parziale.

SECONDO QUARTO. La Francia fatica tantissimo ad entrare nell’attacco, in cui è sempre piuttosto statica. La Spagna, ad onor del vero, questa sera sembra poter mettere ogni tiro e con la seconda e la terza tripla, su quattro tentativi del “fratello” dalla panchina Hernangomez Juancho va sul 32-16, doppiando i francesi. Finita? no, J. Hernangomez ne mette un altra (12 punti fin qui con 4 su 5 da tre). La Spagna sembra scappare via già definitivamente pur essendo solamente a metà secondo quarto. La Francia prova a restare aggrappata grazie a 2 triple di Okobo dalla panchina e alzando il livello in difesa, raddoppiando Brown e costringendo i “grossi” spagnoli a difficili penetrazioni. Il problema della Francia è, però, l’enorme numero di palle perse, come da inizio manifestazione. A questo punto, i fratelli Hernangomez alzano la voce. Juancho mette la sesta tripla su 7 e Willi segna un canestro da circo con fallo, portando la Spagna addirittura sul +21. A questo punto reazione d’orgoglio di Fournier, che mette a segno un paio di buone giocate, abbinate a due buone difese di squadra e si portano all’intervallo, miracolosamente, sul -10. La Francia è adesso molto pericolosa, visto l’andamento della fase finale di questi Europei.

TERZO QUARTO. Francia che, nonostante la banalissima 11esima palla persa, inizia meglio il terzo quarto. Guerschon Yabusele segna 7 punti consecutivi e la Francia si ritrova a -3, costringendo Scariolo al time out. È il momento per Lorenzo Brown di allacciarsi le scarpe, lui che fino a questo momento ha servito “solo” 5 assist, ne serve altri 2 per altrettanti canestri della Spagna. Poi, la 13esima, super banale, palla persa francese manda in campo aperto Rudy Fernandez per il +12. La Francia, pur avendo trovato il modo di attaccare la difesa spagnola con continuità, paga la miriade di disattenzioni, al contrario, ogni ragazzo che entra dalla panchina spagnola risponde presente e si va all’ultimo periodo sul 68-57.

QUARTO PERIODO. Fournier spara una tripla in transizione per il -8. Nell’azione dopo, gli arbitri commettono un gigantesco errore, non vedendo la palla che tocca il ferro nell’attacco spagnolo. Questo fatto porta Scariolo a protestare più del dovuto e a prendere un fallo tecnico. L’arbitro dice “anche noi commettiamo errori, non abbiamo un replay da andare a vedere”. Proprio in questo momento, uno dei più complicati nella partita della Spagna e con Lorenzo Brown in panchina, arriva la settima tripla di Juancho Hernangomez che li riporta sul +10. Il conto delle palle perse è 18, i punti che la Spagna ha raccolto 33. Con questo dato, non ci sono possibilità per i ragazzi di Vincent Collet. La Spagna fa sua la partita 88-76 ed è campione d’Europa.

Ultime notizie