venerdì, 30 Settembre 2022

Sassari, in fiamme l’auto del sindaco di Luras: si teme attentato

L'Audi A4 del sindaco Azzena era parcheggiata davanti alla sua casa, in via Municipio. I Carabinieri hanno accertato il dolo e hanno avviato le indagini sul caso, in attesa del report finale dei pompieri sull'origine del rogo. Il sindaco ha spiegato di non aver subito mai minacce fino a questo momento. 

Da non perdere

Nella notte tra il 15 e il 16 settembre è stata incendiata l’auto del sindaco della città sarda Luras, Mauro Azzena. Stando alle prime ipotesi, potrebbe trattarsi di un attentato nei confronti del primo cittadino del piccolo Comune in Gallura. L’Audi A4 era parcheggiata davanti alla sua casa, in via Municipio, quando intorno alle 3:30 un forte boato ha interrotto il sonno della famiglia Azzena, che si è immediatamente precipitata fuori dall’abitazione per capire cosa fosse accaduto. Il veicolo del sindaco era avvolto dalle fiamme che, secondo i Carabinieri della Compagnia di Tempio Pausania, sarebbero state appiccate nella parte posteriore, vicino al serbatoio della benzina. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno provveduto a spegnere l’incendio. I militari hanno accertato il dolo e hanno avviato le indagini sul caso, in attesa del report finale dei pompieri sull’origine del rogo; il sindaco Azzena ha spiegato di non aver mai subito minacce fino a questo momento.

Intanto sono tantissimi i messaggi di solidarietà nei confronti del primo cittadino, dai sindaci dell’Unione dei Comuni dell’Alta Gallura al presidente del Consiglio regionale, Michele Pais. “Ancora una volta un amministratore locale è nel mirino di persone incivili che esprimono il loro dissenso in modo antidemocratico e criminale. Attendiamo l’esito delle indagini, ma se dovesse essere confermata l’ipotesi del dolo esprimo, anche a nome dell’intera Assemblea regionale, solidarietà al sindaco Azzena, alla sua famiglia, al Consiglio comunale e all’intera comunità”, ha affermato Pais.

Ultime notizie