giovedì, 29 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, Kiev: “Troupe tv russa ferita in esplosione a Zaporizhzhia”. Usa a Cina: “Non è il momento di sostenere Mosca”

Yuliia Paievska, dottoressa volontaria ucraina, catturata dai russi a Mariupol, ha raccontato le torture subite da lei e i suoi compagni di prigionia, descrivendo le urla di dolore di chi è rimasto lì per settimane prima di morire. I filorussi hanno fatto sapere che Kiev ha bombardato un ospedale a Svetlodarsk e parte della città, uccidendo una persona e ferendone tre.

Da non perdere

Tra la dilagante distruzione e morte sul suolo ucraino spiccano le testimonianze dei prigionieri sopravvissuti alla furia russa. Yuliia Paievska, una dottoressa volontaria ucraina, catturata dall’esercito nemico durante l’occupazione di Mariupol, ha raccontato giovedì scorso, 8 settembre, dinanzi alla Commissione di Helsinki le torture subite da lei e i suoi compagni di prigionia, descrivendo le urla di dolore di chi è rimasto lì per settimane prima di morire. Paievska ha spiegato come un bimbo di 7 anni si sia spento sul suo grembo, perché non aveva l’attrezzatura medica necessaria per poterlo curare. Nel frattempo sul fronte continuano i combattimenti. Le forze aerospaziali russe hanno fatto sapere di aver “terminato il lavoro” presso la diga di Kryvyj Rih, bombardandola di missili da ieri, 14 settembre, e provocando l’esondazione del bacino di Karachunovsky, che ha finito per allagare la città.

Intanto prosegue la controffensiva ucraina nel Donetsk, dove, secondo i filorussi, i “liberatori” avrebbero bombardato la città di Svetlodarsk, attacco a seguito del quale una persona è rimasta uccisa e tre sono rimaste ferite. “Kiev ha sparato contro l’ospedale e un’altra parte della città di Svetlodarsk. Ci sono morti, feriti e distruzione“. Lo ha reso noto su Telegram Igor Zakharevich, responsabile dell’amministrazione della città di Debaltseve, sotto la cui giurisdizione si trova proprio Svetlodarsk. Il dipartimento per le comunicazioni strategiche dell’esercito di Kiev ha annunciato di aver distrutto la scorsa notte, tra il 14 e il 15 settembre, una base russa a Nova Kakhovka nella regione di Kherson; la notizia è stata diffusa sul Kyiv Independent.

Kiev: “Troupe tv russa ferita in esplosione a Zaporizhzhia”

Aumentano le vittime anche tra gli operatori dell’informazione, pare che una giornalista e un autista dell’emittente russa Tv Center siano rimasti feriti in un attacco nei pressi di Zaporizhzhia. “Nella regione di Zaporizhzhia, la troupe del nostro canale televisivo è rimasta ferita a causa di un’esplosione mentre effettuava delle riprese. Secondo quanto riferito dal corrispondente Nikita Vasiliev, l’auto si è ribaltata. Lei e l’autista sono rimasti feriti. Le loro vite non sono in pericolo. Al momento i medici stanno fornendo assistenza alle vittime”. Questo il comunicato diramato dalla stessa Tv Center sul proprio sito web.

Zelensky: “Negoziati su sistemi difesa aerea anche con l’Italia”

Kiev ha bisogno di armi e sistemi di difesa area e sta cercando di negoziare aiuti con diversi alleati, tra i quali l’Italia. Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky, dopo il summit con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, tenutosi oggi, 15 settembre. Secondo il leader ucraino “chiudere i cieli sarebbe un fattore chiave per garantire la sicurezza in Ucraina“, e spera di avere risposte positive in merito da parte dei sue Stati partner, Usa e Germania. “Siamo determinati a lavorare con Francia e Italia, non ho ancora ricevuto nessuna risposta positiva da Israele”, ha chiosato.

Usa a Cina: “Non è il momento di sostenere Mosca”

“Pensiamo che nessuno debba tenersi in disparte. Il mondo intero dovrebbe essere schierato contro ciò che sta facendo Putin. Non è il momento di continuare a comportarsi come al solito con Putin”. Cos’ si è espresso il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ai microfoni della Cnn. Una forte e chiara condanna della Casa Bianca nei confronti del “forte sostegno” dimostrato dalla Cina nei confronti di Mosca oggi, nel corso dell’incontro tra Xi Jinping e Putin a Samarcanda.

Ultime notizie