domenica, 25 Settembre 2022

Coppa Davis, Musetti e Berrettini straordinari: esordio con vittoria dell’Italia sulla Croazia

Esordio con il botto per l'Italia in coppa Davis all'Unipol Arena di Bologna. Berrettini e Musetti hanno vinto i loro rispettivi match dando la vittoria alla nazionale azzurra contro la più quotata Croazia.

Da non perdere

Grande inizio in Coppa Davis dell’Italia che ottiene un’importantissima vittoria contro la favorita Croazia. Il primo a scendere in campo è stato Lorenzo Musetti che sostituiva l’infortunato Jannik Sinner. Il tennista di Carrara ha avuto la meglio su Borna Gojo in due set. Partita straordinaria quella di Musetti che ha messo in campo tutto il suo talento comandando dall’inizio fino alla fine. Un po’ più fatica l’ha fatta Matteo Berrettini che ha dovuto recuperare dopo essere stato sotto di un set contro il più quotato Borna Coric. Dopo aver perso il primo parziale al tiebreak, il tennista romano sale di livello vincendo il match al terzo set con il punteggio finale di 6-7, 6-2, 6-1.

MUSETTI BATTE GOJO

Dopo gli inni nazionale l’Unipol Arena si scalda subito. Non solo il pubblico italiano ma anche i croati fanno sentire le loro voci, anzi meglio, dire la loro musica con un gruppo abbastanza folto che suona gli ottoni.
Il match inizia subito con gli ace del croato da una parte e la bellissima tecnica di Musetti dall’altra che incanta i tifosi azzurri. Si va 1-1 con Gojo che è il primo a dover salvare una palla break salendo 2-1. Il tutto è solo rimandato per Lorenzo che con due passanti da stropicciarsi gli occhi ottiene il break nel 5° game. Oggi oltre ai suoi soliti colpi sembra anche il servizio dare una mano al n. 30 del mondo che sale 4 a 2. Ad un gioco abbastanza monotono di Gojo fanno da contro altare le grandi variazioni di Musetti che sale 5-4. Il croato deve subito salvare cinque set point per prolungare il set. Nel 10° game il tennista italiano non dà scampo al suo avversario aggiudicandosi il primo parziale per 6-4. Il secondo set è nettamente in discesa per Lorenzo che brekka subito il suo avversario per ben due volte e dopo poco più di un quarto d’ora si ritrova a condurre 4-0. Gojo è nettamente in difficoltà e non riesce a trovare nessuna contromisura di fronte al vent’enne di Carrara che sta sostituendo Sinner in maniera eccezionale. Il croato riesce a tenere finalmente un turno di battuta nel 5° game ma ormai la partita sembra avvicinarsi alla conclusione: tutto è nella mani dell’italiano. Musetti continua a rimanere concentrato fino alla fine per e grazie anche a due ace nell’8° gioco chiude gioco, partita e incontro con un 6-4, 6-2 che lascia poche repliche.
L’Italia si porta avanti 1-0 sulla Croazia.

Pic by [email protected] Musetti si da carica

BERRETTINI BATTE CORIC

Dopo la pausa tocca a Berrettini che entra in campo tra l’ovazione dell’Unipol Arena. Il suo avversario in questo secondo singolo è il vincitore di Cincinnati, Borna Coric.
L’inizio di partita è tutto per il tennista croato che parte alla grande: dopo aver tenuto il servizio in apertura ottiene subito il break ai danni di Berrettini che dopo sei minuti si trova sotto 3-0. Coric appare in uno stato di forma ottimale mentre il tennista romano non riesce a trovare le giuste contromisure. Nel 4° game arriva il primo gioco vinto da Matteo che prova a scuotersi ma dall’altra parte c’è un Coric che non concede quasi nulla, impeccabile e ai limiti della perfezione che sale 4-1. Il tennista azzurro non perde la testa e tiene il suo turno di servizio e sfrutta il primo passaggio a vuoto di Coric che causa anche due doppi falli e concede palla break a Matteo. L’allievo di Santopadre sfrutta l’occasione e mette a segno un bel passante in corsa che gli permette di recuperare il break di svantaggio e di agganciare Coric con un perfetto turno di battuta. Si arriva quindi sul 4-4 con il primo set più che mai aperto. Dopo un game interlocutorio vinto a zero dal tennista di Zagabria, Berrettini serve per la parità ma deve annullare prima un set point al croato per riacciuffare il primo parziale sul 5-5. Si va quindi al tiebreak con Coric che ha l’85% di servizi vincenti. Parte male Matteo che concede due mini break all’avversario che al secondo set point non si fa prendere dalla paura e porta a casa il primo parziale.
Ora a Berrettini, come all’Italia serve una bella rimonta: l’obiettivo è evitare che il doppio sia decisivo ai fini del punteggio finale dato che Nikola Mektic e Mate Pavic sono fra i due doppisti migliori del mondo e già vittoriosi contro la coppia italiana formata da Fognini e Bolelli.

Matteo parte benissimo in questo secondo parziale e nel 2° game conquista il break su Coric e portandosi 3-0. Inizio un po’ in fotocopia al primo set con la differenza che ora sopra di tre giochi è l’italiano. Matteo ha può portarsi sul 4-0 ma Coric rimonta da 15-40 e accorcia le distanze. Poco male perché al servizio Berrettini ora è molto più sicuro di sé e con un dritto vincente sale 4-1. Arrivano due game interlocutori con il tennista azzurro sempre in vantaggio, ad un gioco dal set: 5-2 è il risultato. Nel game successivo arriva palla set per Matteo con un Coric molto falloso: Berrettini non se la lascia scappare e porta a casa così il secondo parziale per 6-2 rimandando l’esito del match al decisivo terzo set.
Il tennista romano apre il parziale vincendo il proprio turno di battuta con Coric che lo segue a ruota. In seguito nel successivo game grazie anche al 11° ace della partita, Berrettini sale 2-1 confermando tutta la sua solidità al servizio. Gli errori nel primo set commessi dall’azzurro ora sono diventati vincenti che gli consentono di ottenere il break sul croato. Matteo non si ferma qui, salendo prima 4-1 e poi ottenendo un altro break risultato poi decisivo, che lo porta a servire per il match sul 5-1. Coric non ci crede più e Berrettini con un ace all’ultimo punto, suggella la vittoria dell’Italia.

Ultime notizie