venerdì, 30 Settembre 2022

Spoleto, litiga con i vicini per l’acqua caduta nel cortile mentre annaffia: intervenuta Polizia

La lite tra vicini di casa per l'acqua delle piante che cade sul terrazzo è finita con un gavettone ai danni della signora che stava annaffiando. Gli agenti di Polizia riportano la calma e invitano le parti a collaborare.

Da non perdere

L’acqua delle piante sul cortile di un palazzo può essere motivo di discussione nel vicinato. È quanto accaduto a Spoleto, dove per riportare la calma tra vicini di casa c’è stato bisogno dell’intervento degli agenti di Polizia.

Il racconto

Giunti sul posto, i poliziotti hanno ascoltato la signora che si lamentava per un forte dolore al ginocchio e alla spalla. La donna ha raccontato che aveva appena annaffiato le piante e si era precipitata sul piazzale ad asciugare l’acqua in eccesso caduta per evitare ulteriori liti con il vicino, con il quale aveva già discusso più volte per analoghi episodi. Ma il suo tentativo non ha evitato le lamentele dell’uomo che si era affacciato al balcone attaccare briga insieme alla moglie, che a quel punto le ha rovesciato addosso un contenitore di acqua. Rientrata velocemente in casa, la signora è scivolata però su un gradino sbattendo il ginocchio e la spalla, tanto da far ricorso alle cure del 118. Gli agenti, dopo aver sentito il suo racconto, hanno ascoltato i vicino che hanno confermato quanto accaduto, spiegando però che la donna era stata bagnata con un gesto involontario. Accertato che non vi erano state minacce o percosse, i poliziotti hanno invitato le parti a instaurare e mantenere in futuro un comportamento più collaborativo.

Ultime notizie