venerdì, 30 Settembre 2022

Champions League: stasera in campo l’Inter. Domani Milan Juve e Napoli

Tornano in campo le italiane per la seconda giornata di Champions League. Stasera, in campo l'Inter nella sfida contro il Viktoria Plzen. Domani, invece, il Milan ospita la Dinamo Zagabria, la Juventus il Benfica, mentre il Napoli vola a Glasgow per la trasferta con i Rangers.

Da non perdere

Torna la Champions League e, dunque, tornano a calcare i grandi palcoscenici le quattro italiane che ne prendono parte. Stasera parte l’Inter, alle 18:45, con la sfida in Repubblica Ceca, a casa del Viktoria Plzen. Domani, sempre alle 18:45, il Milan ospita la Dinamo Zagabria; alle 21:00, Juventus e Napoli affrontano rispettivamente Benfica e Rangers.

Viktoria Plzen-Inter, probabili formazioni

Nonostante si tratti soltanto della seconda giornata, l’Inter di Simone Inzaghi si gioca tantissimo nella trasferta ceca, contro il Viktoria Plzen. I nerazzurri, dopo aver perso all’esordio per 0-2 contro il Bayern Monaco, vogliano conquistare i tre punti in casa di quella che, sulla carta, è la squadra materasso del difficile girone C. I cechi, all’esordio, hanno perso 5-1 contro il Barcellona.

VIKTORIA PLZEN (4-2-3-1) – Stanek; Havel, Hejda, Pernica, Jemelka; Kalvach, Bucha; Kopic, Sykora, Mosquera; Chory. All.: Bilek.

INTER (3-5-2) – Onana; D’Ambrosio, Skriniar, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Gosens; Dzeko, Lautaro Martinez. All.: Inzaghi.

Statistiche e precedenti

Viktoria Plzen e Inter si affrontano per la prima volta nelle coppe europee. Per i nerazzurri si tratta della sfida numero 21 contro una squadra ceca: il bilancio finora è di 9 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte. Il Plzen affronta per la 13esima volta una formazione italiana: nei precedenti ha raccolto 3 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte. Il Viktoria Plzeň ha affrontato squadre italiane in competizioni europee nella fase a gironi della UEFA Champions League  2018-19, perdendo 5-0 in trasferta ma vincendo 2-1 in casa contro la Roma. Gli unici precedenti tra l’Inter in UEFA Champions League e squadre ceche sono stati nella fase a gironi 2019-20, pareggiando 1-1 in casa e vincendo 3-1 in trasferta contro lo Slavia Praga. Il Viktoria Plzeň ha avuto il 23,8% di possesso palla contro il Barcellona nella sconfitta per 5-1, la minor percentuale di tutte le squadre alla prima giornata. L’Inter ha perso contro il Bayern Monaco, ma aveva perso le prime due partite della stagione di UEFA Champions League solo una volta, nel 2006-07 con Roberto Mancini.

Milan-Dinamo Zagabria, probabili formazioni

Il Milan di Stefano Pioli ospita la Dinamo Zagabria, a San Siro, mercoledì sera alle 18:45. I rossoneri sono reduci dal pareggio esterno per 1-1 contro il Salisburgo e devono cercare di conquistare i tre punti, prima della difficile doppia sfida con il Chelsea. I croati, invece, guidano il girone E, dopo aver battuto all’esordio il Chelsea. La sconfitta in terra croata è costata la panchina a Thomas Tuchel.

MILAN (4-2-3-1) – Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Saelemaekers, De Ketelaere, Leao; Giroud. All.: Pioli.

DINAMO ZAGABRIA (3-5-2) – Livakovic; Moharrami, Sutalo, Peric; Ristovski, Ademi, Misic, Ivanusec, Ljubicic; Petkovic, Orsic. All.: Cacic.

Statistiche e precedenti

Milan e Dinamo Zagabria si affrontano per la settima volta nelle coppe europee. I precedenti sono favorevoli ai rossoneri, che hanno vinto in 4 occasioni, oltre a un pari e una sconfitta. L’ultimo incrocio tra le due squadre è andato in scena nel terzo turno preliminare dell’edizione 2000-01 di Champions: il Milan, dopo essersi imposto 3-1 a San Siro all’andata, vinse anche al ritorno con un secco 3-0. L’unico successo della squadra croata risale alla stagione 1966-67: la Dinamo vinse 1-0 nel match di andata degli ottavi di finale di Mitropa Cup. Milan e Dinamo Zagabria si incontreranno per la quinta volta nelle competizioni europee, con l’Italia che si presenta con una percentuale di vittorie del 100% rispetto alle precedenti (4/4). Questa è la terza volta che la Dinamo Zagabria si trova in una fase a gironi di UEFA Champions League con una squadra italiana, avendo perso in precedenza entrambe le partite contro la Juventus nel 2016-17, e avendo incassato una vittoria e una sconfitta contro l’Atalanta nel 2019-20. Dopo aver vinto le prime cinque partite contro squadre croate in competizioni europee, il Milan è stato battuto nell’ultimo incontro, 0-2 contro l’HNK Rijeka in UEFA Europa League nel dicembre 2017. Il Milan è senza vittorie nelle ultime sei partite casalinghe di UEFA Champions League, la serie più lunga senza vittorie casalinghe nella competizione. La sua ultima vittoria al Giuseppe Meazza in UEFA Champions League è stata contro il Celtic nel settembre 2013, per 2-0.

Juventus-Benfica, probabili formazioni

La Juventus ospita il Benfica mercoledì, alle 21:00. I bianconeri, fermi a 0 punti dopo la sconfitta all’esordio contro il Psg, devono battere la squadra portoghese per arrivare nel migliore dei modi a sfidare il Maccabi Haifa, squadra contro la quale i 6 punti saranno d’obbligo. Il Benfica, invece, ha battuto nella gara iniziale la squadra israeliana ed è a quota 3 punti insieme al Psg, nel gruppo H.

JUVENTUS (3-5-2) Perin; Bremer, Bonucci, Danilo; Cuadrado, Miretti, Paredes, McKennie, Kostic; Vlahovic, Milik. All.: Allegri
BENFICA (4-2-3-1) – Vlachodimos; Bah, Antonio Silva, Otamendi, Grimaldo; Luis, Fernandez; Neres, Rafa Silva, Joao Mario; Ramos. All.: Schmidt.

Statistiche e precedenti

La Juventus e il Benfica si affrontano per la settima volta nelle coppe europee. Il bilancio dei precedenti è favorevole ai portoghesi che hanno vinto in 4 occasioni: completano il bilancio un pareggio e un solo successo dei bianconeri. L’ultimo incrocio è andato in scena nel 2013-14, in semifinale di Europa League: dopo avere perso 2-1 a Lisbona all’andata, la Juve non andò oltre lo 0-0 al ritorno in casa e fu eliminata. L’unico successo bianconero risale al 17 marzo 1993 in un match valido per il ritorno dei quarti di finale di Coppa Uefa: finì 3-0 e la Juve passò il turno ribaltando l’1-2 dell’andata. La Juventus ha vinto solo uno dei sei incontri con il Benfica in competizioni europee fino ad oggi, il 3-0 nei quarti di finale di Coppa UEFA nel 1992-93. La Vecchia Signora ha perso le due precedenti sfide con il Benfica in Coppa dei Campioni/UEFA Champions League, entrambe nelle semifinali 1967-68. L’ultima partita tra Juventus e Benfica in una competizione europea è stata la semifinale di Europa League 2013-14, con la squadra portoghese che ha vinto 2-1 complessivamente. La Juventus ha perso solo una delle nove partite casalinghe contro squadre portoghesi in competizioni europee, anche se quella sconfitta è arrivata contro il Benfica. In tutte le competizioni, il Benfica ha perso 10 delle ultime 12 trasferte contro squadre italiane.

Rangers-Napoli, probabili formazioni

Rangers-Napoli si giocherà mercoledì sera, alle 21:00. I partenopei, dopo la grande vittoria per 4-1 sul Liverpool, vorranno bissare contro gli scozzesi. I Rangers hanno perso all’esordio contro l’Ajax per 4-0. Il Napoli vuole vincere per continuare a punteggio pieno e magari ipotecare il passaggio del turno nel girone A, già con 1-2 giornate d’anticipo.

RANGERS (4-2-3-1): McLaughlin; Tavernier, Goldson, Sands, Barisic; Wright, Lundstram; Tillman, Kamara, Kent; Colak. All. Van Bronckhorst
NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Simeone, Kvaratskhelia. All. Spalletti

Statistiche e precedenti

Contro i Rangers sarà sfida inedita. Non vi è alcun precedente tra le due squadre. L’ultima volta che i Rangers hanno affrontato una squadra italiana in una competizione è stata nella semifinale di Coppa UEFA 2007-08 contro la Fiorentina. Il Napoli ha incontrato una squadra scozzese solo una volta in competizioni europee, perdendo complessivamente 4-6 contro l’Hibernian nella Coppa delle Fiere nel novembre 1967. I Rangers hanno perso 4-0 in questa stagione di UEFA Champions League contro l’Ajax. Nonostante siano stati eliminati in 9 delle precedenti 10 fasi a gironi della competizione, hanno subito una sconfitta nelle prime due partite una sola volta, nel 1996-97. Dopo la vittoria per 4-1 sul Liverpool, il Napoli punta a due vittorie consecutive in UEFA Champions League per la prima volta da settembre 2016, una serie di tre vittorie, con due vittorie nelle prime due partite della fase a gironi 2016-17, contro Dinamo Kyiv e Benfica.

Ultime notizie