giovedì, 29 Settembre 2022

Serie A, dito medio di Sarri contro il Verona: squalifica o multa per il mister biancoceleste

Il tecnico toscano rischierebbe una squalifica, come nel caso dei giocatori che incorrono in espressioni blasfeme, oppure una multa da parte della Lega.

Da non perdere

Durante la gara di ieri tra Lazio e Verona, vinta dai biancocelesti per 2 a 0, il tecnico laziale Maurizio Sarri si è reso protagonista di un episodio increscioso. Al 72esimo minuto, in seguito ad un contrasto tra Ilic e Luis Alberto, il tecnico toscano ha rivolto il dito medio alla panchina degli scaligeri.
Situazione che al termine dell’incontro è sùbito rientrata, come dimostrano le parole di Sarri: “Tutto chiarito. Col direttore Francesco Marroccu ci conosciamo da anni. Ho avuto la sensazione che mi avesse detto “mettiti a sedere” e così avevo reagito in quel modo. In realtà mi aveva detto “stai calmo”. E a fine partita ci abbiamo riso sopra”.

A cercare di spegnere il fuoco ci hanno pensato le parole di Marroccu: “Con mister Sarri non è successo niente di grave e non c’è alcun problema. Oramai al giorno d’oggi con tutte le telecamere che ci sono si vedono anche cose che sono strettamente di campo. A fine partita ci siamo abbracciati anche perché lo stimo molto. Detto che neanche mi ero reso conto del gesto, in generale per me quello che succede in campo si chiude in campo”.

Il mister rischia di essere squalificato dal Giudice Sportivo, come nel caso dei calciatori che usano espressioni blasfeme, oppure potrebbe esserci una semplice multa. Un eventuale provvedimento dipenderà dalla versione data nel referto ufficiale da parte dell’arbitro Irrati.

Ultime notizie