giovedì, 29 Settembre 2022

F1 GP d’Italia, Vettel duro contro Mattarella e le Frecce Tricolori: “Ha 100 anni non coglie le esigenze ecologiste”

L'ex pilota Ferrari, da sempre impegnato nel sociale e molto legato all'ambiente, al presidente della Repubblica: "Se hai un obiettivo, non dovresti trascurare il fatto che non lo raggiungerai, dovresti attenerti alla parola che hai pronunciato".

Da non perdere

È un Sebastian Vettel al veleno quello visto nel post gara del GP d’Italia. Il quattro volte campione del mondo, all’ultimo anno in F1, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa.
L’ex pilota Ferrari, da sempre impegnato nel sociale e molto legato all’ambiente, ha avuto da ridire sulle Frecce Tricolori che hanno sorvolato il circuito prima della gara. Una scelta arrivata dopo un’iniziale opposizione del Presidente Mattarella.

“Ho sentito dire che il Presidente dell’Italia insisteva per avere il sorvolo. Ha circa 100 anni, quindi forse è difficile per lui lasciare andare questo tipo di cose legate all’ego.
Ci avevano promesso che i sorvoli sarebbero finiti, ma sembra che il Presidente abbia cambiato idea e la F1 si sia arresa nonostante i tabelloni intorno alla pista su determinati obiettivi legati a rendere il mondo un posto migliore. Se hai un obiettivo, non dovresti trascurare il fatto che non lo raggiungerai, dovresti attenerti alla parola che hai pronunciato. Ma il tempo lo dirà”.

A rispondere alle parole di Vettel ci ha pensato Giuseppe Radaelli, Presidente Sias, società che gestisce l’autodromo di Monza: “Brutta caduta di stile. È una polemica che offende il Presidente della Repubblica e tutti noi. Ringraziamo Mattarella per essere venuto qui a celebrare il centenario dell’autodromo: l’aereo di ieri ha volato, per la prima volta, con una dose pari al 25% di carburante bio, un esperimento importante anche per l’aviazione civile”.

Ultime notizie