giovedì, 29 Settembre 2022

Serie A, 6a giornata: iniziano sabato Napoli Inter e Milan

La 6a giornata di Serie A si apre con il match delle 15 tra Napoli e Spezia. Alle 18, l'Inter ospita il Torino, mentre il Milan affronta la Sampdoria nel posticipo del sabato, alle 20.45. La Juve, domenica sera, sfida la Salernitana, chiude Empoli-Roma lunedì sera, alle 20.45.

Da non perdere

La 6a giornata del campionato di Serie A si apre domani pomeriggio, alle 15:00, con la sfida tra Napoli e Spezia. L’Inter ospita il Torino alle 18:00, mentre il Milan fa visita alla Sampdoria. La Juventus sfida la Salernitana nel posticipo domenicale, la Roma di Mourinho affronta l’Empoli, alle 20:45, nella gara del lunedì.

Napoli-Spezia, probabili formazioni

Il Napoli di Luciano Spalletti, dopo la roboante vittoria per 4-1 contro il Liverpool in Champions League, affronta lo Spezia al Maradona. I partenopei dovranno fare a meno di Osimhen, causa lesione muscolare. Lo Spezia arriva alla gara dopo il pareggio per 2-2 contro il Bologna.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Lozano, Simeone, Kvaratskhelia. All. Spalletti

SPEZIA (3-5-2): Dragowski; Ampadu, Kiwior, Nikolaou; Holm, Kovalenko, Bourabia, Bastoni, Reca; Agudelo, Nzola. All. Gotti

Statistiche e curiosità

Nei quattro precedenti in Serie A tra Napoli e Spezia si sono verificate due vittorie ciascuna, entrambe ottenute dalla formazione che giocava il match in trasferta. Il Napoli, assieme all’Udinese, è una delle due formazioni contro cui lo Spezia ha vinto due gare fuori casa in Serie A. Sfida tra la squadra che ha tentato più conclusioni in questo campionato il Napoli, con 98, e quella che ne ha effettuate di meno, lo Spezia, con 42. I liguri, inoltre, sono anche quelli che hanno centrato meno volte lo specchio finora, solo nove volte.

Inter-Torino, probabili formazioni

L’Inter di Simone Inzaghi ospita il Torino nel match delle 18:00. La squadra nerazzurra deve ritrovare la vittoria che manca dalla sfida contro la Cremonese. Serve una grande gara, che sappia di riscatto, dopo la sconfitta nel derby e quella in Champions contro il Bayern Monaco. Il Torino di Juric arriva alla gara dopo la vittoria per 1-0 contro il Lecce.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dimarco, Barella, Brozovic, Mkhitaryan, Darmian; Lautaro, Correa. All. S. Inzaghi

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez; Aina, Lukic, Linetty, Vojvoda; Vlasic, Radonjic; Sanabria. All. Juric

Statistiche e curiosità

L’Inter non perde contro il Torino in Serie A dal 27 gennaio 2019, sfida terminata 0-1 con la rete di Izzo: da allora cinque successi nerazzurri e il pareggio nell’ultimo match del 13 marzo 2022 per 1-1. L’Inter ha vinto tutte le ultime tre gare al Meazza contro il Torino in Serie A e non batte per quattro volte di fila in casa i granata in campionato dalla striscia di sette successi collezionata tra il 1969 e il 1976. Il Torino ha vinto tre partite su cinque in questo campionato, ma non riesce ad infilare due successi di fila in Serie A da gennaio.

Sampdoria-Milan, probabili formazioni

Il Milan vola a Marassi per sfidare la Sampdoria, reduce dalla sconfitta contro il Verona per 2-1. I rossoneri, invece, arrivano dal pareggio esterno in Champions League contro il Salisburgo, mentre in campionato hanno battuto l’Inter per 3-2 nel derby di sabato scorso. Pioli potrebbe ruotare ancora i suoi uomini: a centrocampo dovrebbe partire Pobega al posto di Bennacer, in attacco Origi al posto di Giroud.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Augello; Rincon, Vieira, Verre; Sabiri; Caputo, Gabbiadini. All. Giampaolo

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Pobega; Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao; Origi. All. Pioli

Statistiche e curiosità

Il Milan ha vinto quattro delle ultime cinque partite di Serie A contro la Sampdoria, non subendo alcun gol nelle ultime due: per risalire a un successo blucerchiato in campionato, dobbiamo tornare indietro all’1-0 al Ferraris del 30 marzo 2019. La Sampdoria ha perso le ultime tre gare casalinghe di Serie A contro il Milan; solo una volta nel torneo ha registrato quattro ko interni consecutivi contro i rossoneri: nel periodo tra il 1963 e il 1968. La Sampdoria ha raccolto solo due punti finora: con una sconfitta eguaglierebbe il suo peggior risultato nelle prime sei partite di un campionato di Serie A. Nessuna formazione ha perso meno partite del Milan, un solo ko, a gennaio contro lo Spezia, nei maggiori cinque campionati europei da inizio 2022.

Atalanta-Cremonese, probabili formazioni

L’Atalanta di Gasperini guida la classifica di Serie A con 13 punti. Affronta la Cremonese, penultima in classifica con 1 punto, nel lunch-match della domenica. I bergamaschi sono reduci dalla vittoria per 0-2 sul campo del Monza, mentre i grigiorossi arrivano dallo 0-0 contro il Sassuolo.

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Toloi, Demiral, Okoli; Hateboer; De Roon, Koopmeiners, Soppy; Ederson, Lookman; Højlund. All. Gasperini

CREMONESE (3-4-1-2): Radu; Hendry, Chiriches, Lochoshvili; Ghiglione, Pickel, Meité, Valeri; Zanimacchia; Dessers, Okereke. All. Alvini

Statistiche e curiosità

Atalanta e Cremonese si ritrovano in Serie A per la prima volta dal 3 marzo 1996, in quell’occasione la gara terminò 1-1. Nelle ultime cinque sfide nel massimo campionato tra Atalanta e Cremonese si sono registrati quattro pareggi e un successo dei grigiorossi; la Dea non batte in Serie A la squadra di Cremona dal 29 settembre 1991, 2-1. L’Atalanta è imbattuta nelle cinque sfide casalinghe di Serie A disputate contro la Cremonese: due vittorie bergamasche e tre pareggi. L’Atalanta ha vinto 9 delle ultime 10 sfide  contro squadre neopromosse incontrate nel girone d’andata di Serie A.

Bologna-Fiorentina, probabili formazioni

Sfida che si disputerà domenica alle 15:00, quella tra il Bologna, che ha scelto Thiago Motta come nuovo allenatore, e la Fiorentina di Italiano. I rossoblù arrivano alla gara dopo il pareggio contro lo Spezia, mentre i viola dal pareggio per 1-1 contro la Juventus e quello in Conference League contro il Rigas.

BOLOGNA (3-4-1-2): Skorupski; Bonifazi, Medel, Lucumi; De Silvestri, Schouten, Dominguez, Lykogiannis; Soriano; Orsolini, Arnautovic.

FIORENTINA (4-3-3): Gollini; Dodo, Martinez Quarta, Igor, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Barak; Kouamé, Jovic, Sottil. All. Italiano

Statistiche e curiosità

La Fiorentina è imbattuta da 16 gare di Serie A contro il Bologna, l’ultima volta che ha registrato una serie più lunga di partite consecutive senza perdere contro una singola avversaria nella competizione è stata tra gli anni ’50 e ’70, contro il Verona, ben 18 incontri. Il Bologna è la squadra contro cui la Fiorentina ha vinto più partite in Serie A, 56, e contro cui ha registrato più clean sheet, 57. Dall’inizio degli anni ’90, il Bologna ha vinto solo una gara in un girone d’andata di Serie A contro la Fiorentina , 3-2 il 4 novembre 2001.

Lecce-Monza, probabili formazioni

Sfida tra neopromosse tra Lecce, fermo a 2 punti in classifica, e Monza fanalino di coda, con 0 punti. I pugliesi hanno perso nell’ultima sfida contro il Torino per 1-0. Il Monza, invece, è reduce dalla sconfitta nel derby lombardo contro l’Atalanta per 0-2.

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Pezzella; Gonzalez, Hjulmand, Askildsen; Oudin, Ceesay, Banda. All. Baroni

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Marlon, Pablo Marì, Izzo; Birindelli, Sensi, Rovella, Pessina, Carlos Augusto; Petagna, Caprari. All. Stroppa

Statistiche e curiosità

Il Lecce ha vinto le ultime due sfide di campionato contro il Monza, in Serie B, dopo che non aveva ottenuto successi nelle due precedenti. Dal suo ritorno in Serie B nel 2020/21, il Monza non ha vinto nessuna delle due trasferte giocate contro il Lecce. Il Lecce ha vinto l’ultima gara di Serie A contro una formazione neopromossa, 3-1 contro il Brescia, il 22 luglio 2020, dopo che non aveva trovato la rete in nessuna delle precedenti quattro partite contro queste avversarie nella competizione. Il Monza è soltanto una delle tre squadre ad aver perso tutte le sue prime cinque partite disputate in assoluto in Serie A, dopo il Treviso nel 2005 e il Benevento nel 2017. I brianzoli non hanno ancora trovato un gol in due trasferte in Serie A: le ultime due squadre a non aver segnato alcuna rete nelle prime tre gare esterne di un campionato sono state Udinese e Spal nel 2019/20.

Sassuolo-Udinese, probabili formazioni

Ultimo match delle 15:00, tra il Sassuolo e l’Udinese. I neroverdi hanno pareggiato nell’ultima gara contro la Cremonese per 0-0. I friulani, invece, sono reduci dalla grande vittoria casalinga per 4-0 contro la Roma di José Mourinho, e con 10 punti sono momentaneamente al 4° posto in classifica.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Erlic, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Lopez, Matheus Henrique; Laurienté, Pinamonti, Kyriakopoulos. All. Dionisi

UDINESE (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Perez; Pereyra, Makengo, Walace, Lovric, Udogie; Beto, Deulofeu. All. Sottil

Statistiche e curiosità

Il Sassuolo non batte l’Udinese in Serie A dal 17 marzo 2018, 2-1 in Friuli: nelle ultime otto sfide in ordine di tempo, 4 vittorie bianconere e 4 pareggi. Il Sassuolo ha vinto solo una delle 9 partite casalinghe di Serie A disputate contro l’Udinese, 1-0 il 25 settembre 2016. I neroverdi arrivano da tre pareggi consecutivi in Serie A, gli ultimi due per 0-0: solo nell’aprile 2018 hanno collezionato quattro “X” di fila nella competizione. L’Udinese ha vinto tutte le ultime tre partite di Serie A e non arriva a quattro successi consecutivi all’interno dello stesso campionato da dicembre 2017.

Lazio-Verona, probabili formazioni

Match delle 18:00 della domenica tra la Lazio di Sarri e il Verona di Cioffi. I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta per 1-2 contro il Napoli e la vittoria per 4-2 in Europa League, contro il Feyenoord. Il Verona, fermo a 5 punti in classifica, è reduce dalla vittoria per 2-1 contro la Sampdoria.

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari, Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Marcos Antonio, Vecino; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. All. Sarri

VERONA (3-5-2): Montipò; Coppola, Hien, Gunter; Faraoni, Ilic, Veloso, Lazovic, Doig; Henry, Lasagna. All. Cioffi

Statistiche e curiosità

La Lazio ha vinto solo due delle ultime sei gare di Serie A contro il Verona, dopo che aveva trovato il successo in tutte le cinque precedenti. Il Verona è rimasto imbattuto in tutte le ultime tre trasferte contro la Lazio in Serie A, mai nella sua storia ha registrato una serie più lunga senza sconfitte esterne contro i biancocelesti nella competizione. La Lazio ha vinto tre delle ultime cinque gare interne di Serie A, anche se ha perso la più recente, contro il Napoli. Il Verona ha vinto l’ultima partita di campionato, contro la Sampdoria, dopo aver registrato due pareggi e subito due sconfitte: nelle ultime cinque stagioni di Serie A disputate, la squadra veneta ha ottenuto almeno due successi nelle prime sei gare disputate solamente nel 2020/21. Il Verona è rimasto imbattuto in 8 delle ultime 9 trasferte di Serie A  e in particolare ha pareggiato le tre più recenti.

Juventus-Salernitana, probabili formazioni

La Juventus di Massimiliano Allegri ospita la Salernitana nel posticipo domenicale. I bianconeri arrivano dal pareggio esterno in campionato contro la Fiorentina e la sconfitta rimediata a Parigi, in Champions League, contro il Psg per 2-1. La Salernitana, invece, ha pareggiato per 2-2 contro l’Empoli nell’ultimo incontro.

JUVENTUS (4-2-3-1): Perin; Danilo, Gatti, Bremer, De Sciglio; McKennie, Paredes, Locatelli; Cuadrado, Vlahovic, Kostic. All. Allegri

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Bronn, Fazio, Gyomber; Candreva, Maggiore, L. Coulibaly, Vilhena, Mazzocchi; Dia, Bonazzoli. All. Nicola

Statistiche e curiosità

La Juventus ha vinto quattro dei sei precedenti in Serie A contro la Salernitana, tenendo la porta inviolata in cinque occasioni. La Salernitana ha perso tutte le sei trasferte di Serie A giocate contro squadre piemontesi, subendo una media di 3.5 gol a partita. La Juventus ha alternato un pareggio con una vittoria nelle sue ultime sei gare interne in Serie A, la più recente delle quali è un 2-0 contro lo Spezia; l’ultima volta che ha ottenuto due successi casalinghi consecutivi nella competizione è stata lo scorso marzo, precisamente contro Spezia e Salernitana. La Salernitana ha ottenuto sei punti finora in campionato; nelle due precedenti stagioni di Serie A nell’era dei tre punti a vittoria, 1998/99 e 2021/22, la squadra campana si era fermata a un punto sia dopo cinque che dopo sei giornate.

Empoli-Roma, probabili formazioni

Empoli-Roma chiude la 6a giornata lunedì sera, alle 20:45. La squadra toscana è reduce dal pareggio esterno per 2-2 sul campo della Salernitana. I giallorossi, invece, sono reduci da due pesanti sconfitte: 4-0 in campionato contro l’Udinese e 2-1 in Europa League, contro il Ludogorets.

EMPOLI (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Ismajli, Luperto, Parisi; Haas, Grassi, Bandinelli; Bajrami; Lammers, Satriano. All. Zanetti

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Matic, Cristante, Spinazzola; Dybala, Pellegrini; Abraham. All. Mourinho

Statistiche e curiosità

La Roma è imbattuta da 12 gare di Serie A contro l’Empoli e viene da cinque successi consecutivi contro questa avversaria; i giallorossi hanno una serie aperta più lunga di vittorie di fila solo contro il Crotone, sei. La Roma ha tenuto la porta inviolata in quattro delle ultime sei sfide di Serie A contro l’Empoli. I toscani hanno vinto solo due degli ultimi 12 appuntamenti casalinghi contro la Roma in Serie A, 1-0 il 16 ottobre 2005 e 1-0 il 17 febbraio 2007. Nessuna squadra ha pareggiato più incontri interni dell’Empoli nel 2022 in Serie A, ben 6. La Roma ha vinto solo due delle ultime sette trasferte di campionato, la metà dei successi che aveva registrato nelle precedenti sette.

Ultime notizie