giovedì, 29 Settembre 2022

Palermo, scoperto ordigno della Seconda Guerra Mondiale: brillamento il 12 settembre

La bomba da 500 libbre trovata in una discarica a Palermo sarà fatta esplodere lunedì 12 settembre. Dall'Esercito: "Per agire secondo gli standard di sicurezza previsti, verranno applicate le procedure per Ia riduzione delle condizioni di rischio, operando da remoto con sistemi robotizzati".

Da non perdere

Risale all’ultima Guerra Mondiale la bomba d’aereo da 500 libbre che lunedì 12 settembre sarà distrutta dagli artificieri dell’Esercito, su richiesta della Prefettura di Palermo. L’intervento si svolgerà all’interno della sesta vasca della piattaforma impiantistica per il trattamento integrato dei rifiuti di Bellolampo, nel territorio del Comune di Palermo. I militari cercheranno di realizzare una camera di espansione, per ora in fase di completamento, per ridurre il raggio di evacuazione a 360 metri. La camera permetterà di concludere le operazioni di messa in sicurezza del manufatto bellico.

Come si legge nella nota inviata dall’Esercito “partecipano all’operazione anche gli specialisti Eod-Explosive Ordnance Disposal del IV Reggimento Genio Guastatori della Brigata “Aosta”, che provvederanno alla neutralizzazione sul posto dell’ordigno, considerato intoccabile viste le sue pessime condizioni, e così al successivo trasporto in cava per l’eliminazione totale della bomba”. “Per agire secondo gli standard di sicurezza previsti, verranno applicate le procedure per la riduzione delle condizioni di rischio, operando da remoto con sistemi robotizzati”, conclude la nota.

Ultime notizie