domenica, 25 Settembre 2022

Morte Elisabetta II, al via il “Royal rebranding”: ecco come cambiano monete francobolli e passaporti

La morte della Regina Elisabetta ha dato il via al "Royal rebranding", un processo lungo e complesso che richiederà cambiamenti in ogni spaccato di vita: dalle monete ai passaporti, dall'inno nazionale ai francobolli.

Da non perdere

Con la morte della Regina Elisabetta si conclude la cosiddetta “età elisabettiana” che noi tutti, almeno una volta, abbiamo letto e studiato sui nostri manuali di storia. Trattandosi di lei, però, dopo ben 70 anni di regno nulla sarà più come prima: ogni cosa seguirà il suo corso, quello che tutti chiamano “protocollo” non sarà altro che il passaggio tra passato e futuro. Il Regno Unito avrà dieci giorni per abbracciare per l’ultima volta la sua Regina, dopodiché tutto ricomincerà con Carlo, suo figlio, che prenderà il nome di Carlo III.

Royal rebranding

Il “Royal rebranding” richiederà un lungo e faticoso lavoro da parte delle autorità britanniche. Non sarà facile cambiare quasi 70 anni di storia, serviranno almeno un paio d’anni per assestare tutto. Per prima cosa cambieranno le parole dell’Inno nazionale: da “God save the Queen” a “God save the King”.

Si passerà alla sostituzione sulle banconote del volto del nuovo Re Carlo III, nonostante nel frattempo comunque saranno valide quelle attuali. La Royal Mint non dirà come e quando si inizierà, sicuramente però l’effige di Carlo verrà mostrata rivolta dalla parte sinistra, in quanto – come ricorda la BBC – la tradizione impone che la direzione in cui il monarca è rivolto sulle monete debba alternarsi per ogni nuovo Sovrano.

Un aggiornamento anche per i passaporti: la dicitura sulla copertina cambierà da “Her Majesty” a “His Majesty” e per l’effige delle placche degli elmetti per le forze di Polizia in Galles e Inghilterra. Gli avvocati nominati dal monarca come “Queen’s Counsel” saranno riconosciuti come “King’s Counsel” con effetto immediato. Il nome della Regina è inserito in moltissime leggi che richiederanno una riformulazione.

Tutto questo sarà un processo abbastanza difficile e costoso, in particolare per i Paesi più piccoli governati dalla Regina. C’è chi pensava che Elisabetta II sarebbe stata eterna, ma così non è stato. Sicuramente andrà via da monete, francobolli e bandiere ma rimarrà per sempre nel cuore dei suoi Regni.

Ultime notizie