domenica, 25 Settembre 2022

Il sale dell’oblio di Yasmina Khadra, il nuovo titolo disponibile in tutte le librerie

Uscito il 30 agosto, "Il sale dell'oblio" di Yasmina Khadra che riprende tematiche ormai care al lettore, con una scrittura impeccabile.

Da non perdere

La casa editrice Sellerio lancia il nuovo libro di Yasmina Khadra, “Il sale dell’oblio”. Il libro si presenta con tematiche molto care ormai all’autore, come, il ruolo della donna, la denuncia militare, la rivolta contro una mentalità arcaica e fatale che domina la vita di tutti.

Questa volta, sfondo del romanzo di Khadra sono gli anni Sessanta, agli inizi dell’indipendenza algerina. Il nostro antieroe controverso, affiancato da diversi personaggi fuori dal comune, intraprende un peregrinaggio. Khadra, con la sua scrittura impeccabile, in costante ricerca ed evoluzione, riflette sul legame tra i mariti e le loro donne, sulla nozione di onore che grava su di loro e su come il conservatorismo, che li tiene legati, danneggi la loro felicità.

Negli anni Sessanta, agli inizi dell’indipendenza algerina, quando ancora si respira quello che sarà solo il miraggio della libertà, Adem, professore alla scuola media, viene abbandonato dalla moglie, da tempo infelice del matrimonio. Per lui non c’è altro al di fuori di questo suo piccolo mondo quotidiano, di quell’affetto dato per certo, e nel pieno della disperazione decide a sua volta di lasciarsi tutto alle spalle, il villaggio, il lavoro, gli alunni, e di prendere la strada come un vagabondo per annientare il dolore e la vergogna. Quale moderno Don Chisciotte, dal carattere irritabile e indisponente, nel corso del suo cammino incontrerà i compagni di viaggio più disparati: un vecchio cieco che canta divinamente, uno psichiatra amante di Gogol’ e Puškin, un nano che sogna di trovare almeno una volta nella vita un amico vero, tutti più miserabili di lui ma che cercheranno comunque di aiutarlo, di redimerlo, di spronarlo. Ma Adem è un uomo intristito, ostile, diffidente, rassegnato alla sua drammatica sorte. Fino a quando non si troverà a riaffrontare i suoi vecchi demoni e a considerare una scelta che potrebbe modificare il suo destino.

È un romanzo di sguardi e di visioni, che tratteggia l’assurdità della vita senza amore e senza amicizia, e offre una meditazione poetica e filosofica sul possesso e la libertà, sulla negazione e il disprezzo, la separazione e la solitudine.

 

Ultime notizie