venerdì, 30 Settembre 2022

Roma, cadavere nel Tevere trovato: si pensa allo studente scomparso Bezhad Shiran

I sommozzatori e i Vigili del Fuoco hanno trovato il cadavere sulle sponde del fiume nella zona di Vitinia. Potrebbe essere il ragazzo scomparso lo scorso 2 settembre: si attende il riconoscimento da parte di amici e conoscenti.

Da non perdere

Alle 13:30 di oggi, 7 settembre, è stato trovato un cadavere nel Tevere e purtroppo pare non ci siano dubbi: dovrebbe trattarsi del corpo di Bezhad Shiran, lo studente universitario di 32 anni scomparso a Roma lo scorso 2 settembre. Le ricerche del ragazzo sono iniziate due giorni fa, quando il suo zaino è stato trovato sulle sponde del fiume all’altezza del ponte dell’Industria, il cosiddetto ponte di Ferro. I Vigili del Fuoco e il nucleo sommozzatori hanno recuperato il corpo insieme agli agenti della Polizia Fluviale fra via del Risaro e la via del Mare, nella zona di Vitinia: era rimasto bloccato tra i rami di un albero che sporge nel Tevere, all’altezza di un cantiere nautico, proprio al confine con il parco Leonardo ed il comune di Fiumicino.

Behzad Shiran, di origine iraniana, è uno studente di Ingegneria all’Università La Sapienza di Roma e non si hanno più sue notizie dalla sera di venerdì 2 settembre, quando il ragazzo è uscito di casa con il suo monopattino Ducati di colore giallo e uno zaino. Il suo cellulare da quel momento non ha più dato segnali e il 3 settembre è stata sporta denuncia al Commissariato Celio. Ora si attende solo il riconoscimento della salma da parte di amici e conoscenti.

Ultime notizie