domenica, 25 Settembre 2022

Genova, riprendono a spacciare dopo 40 anni: fratelli 60enni tornano in carcere

Secondo la ricostruzione dei militari, i due stavano cercando di ricreare il giro di spaccio che avevano negli anni ottanta.

Da non perdere

Due fratelli di 60 e 59 anni, Bruno e Roberto Biondi, sono stati arrestati per spaccio dai Carabinieri a Chiavari, in provincia di Genova, nel pomeriggio di ieri 6 settembre. I due uomini sono già noti alle Forze dell’Ordine, in quanto negli anni ottanta sono stati coinvolti in varie attività criminali. Dopo un periodo di inattività, il minore dei fratelli Biondi è stato fermato quattro anni fa, dopo che i militari lo hanno trovato con svariate armi: sette fucili da caccia con 64 cartucce, tre pistole con proiettili di vario calibro, una granata da guerra e un silenziatore artigianale.

Secondo la ricostruzione delle Forze dell’Ordine, Bruno e Roberto Biondi vendevano la droga ad alcuni pusher delle case popolari nel quartiere Corea di Chiavari. Nel frattempo, ieri pomeriggio i Carabinieri hanno fatto irruzione nella casa dei due, trovando 150 grammi di cocaina per un valore di circa 25mila euro. Dopo ulteriori indagini, si è scoperto che i fratelli avevano ripreso l’attività di spaccio interrotta 40 anni fa, utilizzando la loro abitazione come centro di rifornimento, nonostante fossero sorvegliati dai militari. Oltre agli spacciatori, alcuni acquirenti dei due fratelli sarebbero degli uomini di mezza età, che le Forze dell’Ordine ipotizzano essere clienti storici. Le indagini sono tutt’ora in corso per individuare le persone che rifornivano i fratelli Biondi.

Ultime notizie