domenica, 25 Settembre 2022

Pallavolo Europei U19 femminili, trionfa l’Italia. Il presidente Manfredi: “grandissima vittoria”

Nella giornata di domenica è passata agli archivi la finale dei campionati europei di volley U19 che hanno visto trionfare l'Italia. Serbia battuta in finale per 3 set a 2.

Da non perdere

Nella giornata di domenica 4 settembre, la nazionale Italiana Under19 femminile si è laureata campione d’Europa. Sconfitta 3-2 la Serbia in un match thriller conclusosi solo ai vantaggi del set decisivo col punteggio di 17-25, 27-25, 25-21, 15-25, 17-15.

Le azzurre, partite male perdendo il primo, sono riuscite a raddrizzare la contesa vincendo ai vantaggi il secondo parziale. Il terzo è stato dominato dall’Italia che ha poi pagato un calo di tensione nel quarto perdendolo nettamente. Il tiebreak è stato molto equilibrato e si è concluso solo ai vantaggi con l’Italia vincitrice.

Medaglia di bronzo alla Polonia che ha battuto 3-1 (25-16, 24-26, 27-25, 25-21) l’Olanda, al termine di una finalina combattutissima.

Di seguito le parole di Manfredi, presidente della Federvolley, di coach Mencarelli e di Nausica Acciarri su questo successo.

GIUSEPPE MANFREDI: “Questa sera è arrivata un’altra grandissima vittoria, la nostra Nazionale Under 19 femminile è stata fantastica. Il titolo Europeo è arrivato al termine di una finale durissima, durante la quale questo straordinario gruppo ha messo in mostra, oltre alle doti tecniche, un grandissimo cuore. Bravissimi tutti, Marco Mencarelli, lo staff e queste atlete che con tutte le loro forze si sono prese la Medaglia d’Oro. Questa stagione non smette di regalare gioie alla Federazione Italiana Pallavolo e a tutto il nostro movimento”.

MARCO MENCARELLI: “È stata una partita sofferta nel corso della quale si sono alternati i valori, soprattutto mentali, delle due squadre, come è normale che succeda a questa età e con questo livello di esperienza. Una partita sofferta perché c’era grande equilibrio soprattutto nei fondamentali che contano. Questa è l’origine dell’andamento altalenate della partita: una volta eravamo predominati noi, una volta loro. Il quinto set credo sia stato emblematico per l’equilibrio e il punto a punto tant’è che l’abbiamo spuntata proprio per pochissimo e pochissime cose hanno fatto la differenza. Non penso mai di non farcela, perché le prime ad accorgersene sarebbero proprio le ragazze e non è nella mia indole. In una partita di equilibrio, poi, posso anche cedere il passo le avversarie perciò non ho mai pensato che non saremmo riusciti a vincere. Che la scuola italiana sia una scuola che si impone a livello internazionale da diversi anni è certificato. Quello che conta è che le squadre italiane riescano a giocare quanto più possibile le semifinali e le finali, perché danno possibilità di affrontare situazioni impossibili da ricreare in allenamento. Questa è l’ottica che accompagna sempre la nostra attività. Il nostro lavoro, quello dei club che fanno attività nel giovanile femminile contribuiscono tantissimo alla crescita delle nostre ragazze. L’importante è vedere che la maglia dell’Italia primeggia ed è sempre lì, in semifinale e in finale. Questa estate è straordinaria perché stiamo chiudendo il cerchio conquistando tutti ori. E’ una cosa meravigliosa e vedere la maglia in cima al podio è veramente straordinario”.

NAUSICA ACCIARRI: “È stata una partita durissima, combattuta fino all’ultimo punto, ma siamo felicissime per questa vittoria. All’ultimo set eravamo punto a punto , ma io confido sempre nella mia squadra ed ero sicura che avremmo potuto vincere. Ce l’abbiamo fatta siamo uscite e dopo tanti disguidi e problemi. E’ stato difficile, ma siamo state davvero brave”.

Ultime notizie