domenica, 25 Settembre 2022

Perugia, compleanno con l’ex finisce male: lui beve gioca alle slot e la aggredisce

Decide di trascorrere una serata con l'ex fidanzato in un bar, ma l'uomo in preda all'alcol l'aggredisce con un pugno al volto e le strappa il cellulare dalle mani. Il 30enne, con altri precedenti, dovrà rispondere del reato di percosse e violenza privata.

Da non perdere

Un ragazzo di 30 anni è stato deferito dall’Autorità Giudiziaria per i reati di percosse, danneggiamento e violenza privata nei confronti della ex fidanzata. È quanto accaduto, nella giornata di ieri, 28 agosto, a Ponte San Giovanni in provincia di Perugia.

L’accaduto

Gli agenti di Perugia, dopo una segnalazione arrivata alla Sala Operativa, hanno soccorso una donna, vittima di un’aggressione. La donna ha raccontato ai poliziotti che nel pomeriggio, dopo essersi incontrata con l’ex fidanzato, ha deciso di trascorrere con lui la serata per festeggiare il compleanno in un bar. Nel corso della serata, il 30enne ha esagerato con l’alcol e a quel punto la ragazza si è offerta di riaccompagnarlo a casa. Giunti alla macchina tra i due è scaturita una discussione durante la quale l’uomo ha strappato dalle mani della ex le chiavi della vettura e le ha sferrato uno schiaffo al volto. L’aggressore ha inoltre dato un pugno sul cofano dell’auto e con un calcio ha rotto uno dei due gruppi ottici.

La ragazza impaurita ha chiamato il Numero Unico di Emergenza per chieder l’intervento delle Forze dell’Ordine, ma mentre effettuava la telefonata il 30enne le si è avvicinata, le ha afferrato il polso, le ha sottratto il cellulare e lo ha gettato a terra, per poi darsi alla fuga. Gli agenti della Squadra Volante dopo aver rintracciato il ragazzo, intento a giocare alle slot machine, presso il centro commerciale di Viale Centova, lo hanno accompagnato presso la Questura per interrogarlo. Nel corso delle indagini a carico del ragazzo sono emersi anche precedenti in materia di sostanze stupefacenti, reati contro la persona e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere; ora dovrà rispondere anche dei reati di aggressione.

Ultime notizie