martedì, 27 Settembre 2022

Milano, lo becca a scavalcare i tornelli della metro: presa a schiaffi e minacciata di morte

Una dipendente dell'ATM è stata aggredita da un "furbetto" per avergli chiesto di pagare il biglietto, dopo averlo visto scavalcare i tornelli della metro.

Da non perdere

Una donna di 41 anni, dipendente dell’ATM Azienda Trasporti Milanese, è stata aggredita da un uomo di origini nordafricane questa mattina 26 agosto, nella stazione della metropolitana di Loreto. Secondo la prima ricostruzione dei fatti, la donna avrebbe chiesto al cittadino di pagare il biglietto dopo averlo visto scavalcare i tornelli, ma in risposta sarebbe stata colpita in faccia con due schiaffi. Alcuni passeggeri sono intervenuti a dare una mano alla 41enne, che a seguito dell’aggressione si è rifugiata all’interno del gabbiotto, mentre l’uomo continuava a minacciarla di morte e ad offenderla. Sul posto è intervenuta la vigilanza che ha subito allertato la Polizia metropolitana, ma all’arrivo l’aggressore si era già allontanato. La donna è stata trasportata alla Clinica Città Studi, a Milano, in Codice verde per essere medicata.

Il Sindacato Orsa delle ferrovie, Organizzazione Sindacati Autonomi, si è espresso sulla vicenda, criticando il ritardo nell’intervento delle Forze dell’Ordine: “L’amarezza è che il soggetto che l’ha aggredita è stato per venti minuti a girovagare per i treni, prima a Loreto, poi a Palestro, poi ancora a Loreto per poi sparire verso Piola. Dalle 7,08 alle 7,38 non c’è stato l’intervento delle forze dell’ordine e l’aggressore ha potuto dileguarsi con tranquillità. Dov’è la sicurezza?“. Quella avvenuta questa mattina non è la prima aggressione ai danni del personale ferroviario, lo scorso 11 agosto infatti si sono verificati altri due casi di aggressioni  a Mantova e Senigallia, dove a seguito degli incidenti i sindacati avevano fatto richiesta di maggiori controlli per i dipendenti definendo questi atti di violenza un’emergenza.

Ultime notizie