martedì, 27 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, missili su Kharkiv. Energoatom: “Si lavora per riconnetere Zaporizhzhia”. Kiev: “AIEA alla centrale settimana prossima”

Durante la notte appena trascorsa, una pioggia di missili su Kharkiv ha causato la morte di una 50enne e il ferimento di un 59enne. Sulla questione della centrale di Zaporizhzhia, Kiev fa sapere che il personale è al lavoro per ricollegare i 2 reattori funzionanti. Prevista per la prossima settimana visita dell'Aiea per la missione, sempre se i russi lo permettano.

Da non perdere

Subito dopo aver reso nota la notizia di un attacco nel Donetsk, non tarda ad arrivare una pioggia di missili su Kharkiv. Il bombardamento è avvenuto durante le ore 2 (l’una in Italia) della notte appena trascorsa. “Il nemico ha lanciato un attacco sulla città di Chuhuiv, causando danni all’impianto di una infrastruttura. Secondo le prime informazioni non ci sono state vittime”, diversa la sorte toccata alla città di Derhachi, dove i missili hanno distrutto una scuola, ucciso una donna di 50 anni e un uomo di 59 è rimasto ferito. Tutto questo l’ha reso noto il capo dell’amministrazione militare regionale Oleh Syniehubov.

Energoatom: “Si lavora per riconnettere Zaporizhzia”

Il personale della centrale nucleare di Zaporizhzhia è al lavoro per ricollegare i 2 reattori funzionanti alla rete elettrica ucraina. L’ha reso noto in mattina Energoatom. Inoltre, ha aggiunto che è stata “ripristinata” la linea elettrica che era saltata ieri, registrando così la prima disconnessione dalla rete elettrica nazionale in 40 anni. Si specifica che la centrale, al momento, non è in pericolo perché “sta ricevendo l’energia necessaria al suo fabbisogno interno”.

Kiev: “Aiea in visita settimana prossima se russi lo permettono”.

La consigliera del ministro dell’Energia ucraino, Lana Zerkal, ai microfoni di Radio NV ha annunciato che la prossima settimana è prevista la visita dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) a Zaporizhzhia per “monitorare la situazione e adottare le misure necessarie per proteggere l’Europa“. Inoltre, si stanno decidendo e selezionando tutte “le rotte logistiche per consentire alla delegazione di raggiungere l’impianto” perché, nonostante la Russia abbia concordato che la missione attraverserà il territorio dell’Ucraina, “ora sta creando tutte le condizioni affinché la delegazione non raggiunga l’obiettivo data la situazione che lo circonda”.

Ultime notizie