domenica, 25 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, incendio boschivo vicino la centrale di Zaporizhzhia. Zelensky: “Russia come il Titanic”

Fuoco e fiamme vicino l'area della centrale nucleare di Zaporizhzhia. Pioggia di bombe sul Donetsk nella giornata di ieri, registrati 2 morti civili e 6 feriti. Zelensky in un videomessaggio: "Russia come Titanic, non resterà a galla".

Da non perdere

Il 184esimo giorno del conflitto si apre con un incendio boschivo scoppiato nell’area della centrale nucleare di Zaporizhzhia. L’hanno reso noto le autorità locali, citate dall’agenzia russa Tass. Un membro del consiglio dell’amministrazione militare-civile regionale, Vladimir Rogov: “Le foreste stanno bruciando nell’area della centrale nucleare”, queste le sue parole sul canale Telegram, allegando anche delle immagini satellitari che mostrano un fumo denso proprio nell’area vicina all’impianto nucleare.

Bombe russe sul Donetsk

Non c’è tregua per il Donetsk, nuova pioggia di bombe ha colpito la regione dell’Ucraina orientale. L’attacco è accaduto nella giornata di ieri 25 agosto, sono stati uccisi 2 civili e altri 6 sono rimasti feriti. L’ha reso noto su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale Pavlo Kyrylenko: “Le città colpite sono Siversk e Zelenopillia”.

Zelensky: “Russia come il Titanic”

Questo Titanic è arrivato al suo iceberg il 24 febbraio e, per quanto tentino di rimanere a galla, non ci riusciranno“, sentenziose le parole di Zelensky in un videomessaggio citato da Ukrinform. Il Presidente ucraino ha utilizzato una chiara metafora per avvertire Mosca che non riuscirà a venir fuori vittoriosa da questo conflitto. Ha poi continuato: “Per ogni bombardamento, ci sarà una risposta agli occupanti. La Russia ha causato molti problemi, crisi e disastri al nostro Paese, all’Europa e al mondo. Ma il disastro più grande lo vivrà comunque lui stesso, lo stato terrorista“.

Ultime notizie