venerdì, 30 Settembre 2022

Monza, perseguita la vicina per amore non corrisposto: divieto di avvicinamento per nonnetto “stalker”

Una 54enne è perseguitata dal lockdown del 2020 dal suo vicino di casa 80enne per non avere corrisposto il suo amore. L'uomo l'avrebbe pedinata, minacciata, inviato manoscritti a sfondo sessuale, sputato, lasciato l'immondizia all'ingresso. È stato disposto un divieto di avvicinamento dal Gip di Monza.

Da non perdere

Per amore si fanno pazzie, ma un 80enne di Monza ha proprio esagerato con la sua vicina 54enne, al punto da guadagnarsi un divieto di avvicinamento alla persona offesa. Tutto è iniziato nel 2020, durante il lockdown, quando l’anziano ha deciso di dichiarare il suo amore alla vicina, ma lei non ha mai corrisposto.

Ricostruzione dei Carabinieri

Ferito da tutto questo, l’uomo ha iniziato a perseguitarla. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri della Compagnia di Seregno, avrebbe prima iniziato con insulti di ogni tipo per poi sfociare in azioni poco consone, come abbandonare di proposito l’immondizia davanti all’ingresso della vittima, lasciarle sotto la porta manoscritti offensivi a sfondo sessuale, suonare insistentemente il campanello per disturbarla fino ad arrivare al lancio delle uova sull’automobile.

Questi sfregi non sono bastati, infatti l’80enne l’avrebbe addirittura pedinata e minacciato di investirla con il proprio motorino, avvicinandola e simulando delle manovre spericolate. Si evincono dalla ricostruzione anche violenze fisiche sulla donna, che sarebbe stata raggiunta da un calcio e dagli sputi dell’uomo. Inizialmente, l’amata avrebbe cercato di ignorare le molestie assillanti dell’80enne, avrebbe anche chiesto aiuto ad altri vicini di casa senza ottenere tregua. Dopo aver cercato più volte di mediare con l’innamorato, allo stremo delle forze si sarebbe rivolta ai Carabinieri. La “storia d’amore” termina con il Gip di Monza che sancisce la separazione tra l’uomo e la donna disponendo per l’80enne il divieto di avvicinamento.

Ultime notizie