mercoledì, 5 Ottobre 2022

Guerra in Ucraina, torna a bruciare Mariupol: in fiamme case e una scuola. Kiev: “Uccisi dai russi 376 bimbi, feriti oltre 733”

Le truppe ucraine hanno "fatto saltare in aria" a Melitopol un edificio probabilmente usato dai funzionari filorussi per rilasciare passaporti della Federazione. Il capo del Cremlino Vladimir Putin ha firmato un decreto che ordina l'aumento di 137mila unità dell'esercito per il 2023. Kiev: "Riportati a casa 53 bimbi rapiti dai nemici, faremo causa a Mosca".

Da non perdere

Diverse case e una scuola stanno bruciando a Mariupol, ma gli occupanti russi non stanno facendo nulla a riguardo”. Questo l’allarme lanciato da Petro Andryushchenko, consigliere del sindaco della città martoriata dai nemici da sei mesi a questa parte. “Le fiamme si sono diffuse agli edifici residenziali e alla scuola numero 69. L’incendio si sta propagando anche alla stazione ferroviaria di Shchydny. Non ci sono vigili del fuoco e le autorità di occupazione russe non rispondono”, ha affermato l’amministratore, citato dall’agenzia di stampa Unian. Anche dalla città di Melitopol, ormai occupata dall’esercito russo, arrivano notizie di nuovi attacchi ucraini avvenuti durante la notte. “Il quartier generale degli occupanti nel villaggio di Pryazovske è stato fatto saltare in aria“, ha chiosato il primo cittadino Ivan Fedorov. Quest’ultimo ha spiegato che si sarebbe trattato di un edificio presumibilmente utilizzato da funzionari filorussi per rilasciare passaporti della Federazione e organizzare una sorta di referendum sull’eventuale adesione della regione alla Russia. Federov ha poi diffuso su Telegram un filmato che mostra i danni all’edificio.

Putin firma decreto per aumentare l’esercito di 137mila unità nel 2023

Questo atroce conflitto pare sia purtroppo destinato a prolungarsi, tesi corroborata in qualche modo dal nuovo decreto firmato oggi, 25 agosto, dal presidente russo Vladimir Putin che ordina l’aumento di 137mila unità dell’esercito per il 2023, per arrivare a 1.150.628 uomini. Tuttavia nel documento non è spiegato se le forze armate rafforzeranno le loro fila arruolando altri coscritti, aumentando il numero di militari volontari o puntando su entrambe le cose. Stando alle dichiarazioni rilasciate dal Cremlino solo i soldati a contratto volontari possono partecipare all’operazione militare speciale voluta da Mosca.

Kiev: “Da inizio conflitto morti 376 bimbi, feriti oltre 733”

Il bilancio dei bambini che hanno perso la vita durante questa guerra fa raggelare il sangue: secondo l’agenzia di stampa ucraina Ukrinform l’esercito russo ha ucciso 376 piccoli, ferendone oltre 733. Fortunatamente di fianco alle stime di morte salgono anche i numeri dei minori rapiti dai nemici che riescono a rientrare in Ucraina: ben 53 al momento. La notizia è stata diffusa dal vice primo ministro Iryna Vereshchuk che ha promesso di impegnarsi a “scoprire dove sono avvenute le cosiddette adozioni” e di far causa alla Russia. “Mosca sarà ritenuta responsabile, questo è un crimine contro il nostro Stato e contro i nostri figli”.

Ultime notizie