giovedì, 29 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, missione AIEA a Zaporizhzhia. Rosatom: “Quando cesseranno i combattimenti”

Incontro a Istanbul tra il direttore dell'Agenzia internazionale per l'agenzia atomica (AIEA) e il suo omologo dell'Agenzia atomica russa Rosatom per discutere su operazione alla centrale di Zaporizhzhia. La missione si farà nel prossimo futuro, la parte russa fornirà anche il supporto logistico. Zelensky: "Terrore del nucleare. A Chernobyl scoppiò un reattore, a Zaporizhzhia ce ne sono sei".

Da non perdere

La situazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia desta non poche preoccupazioni a causa dei continui attacchi nella zona limitrofa, si teme che un passo falso possa scatenare una catastrofe. Si è tenuto oggi, 24 agosto, a Istanbul l’incontro tra i direttori dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA), Rafael Grossi, e dell’Agenzia atomica russa Rosatom, Alexei Likhacev, per discutere della missione alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. In un comunicato reso noto da Rosatom si legge che all’incontro hanno partecipato anche il capo di Rostekhnadzor (Servizio russo di vigilanza ambientale, tecnologica e nucleare) Aleksandr Trembitsky e il rappresentante permanente della Federazione russa presso le organizzazioni internazionali a Vienna Mikhail Ulyanov.

La posizione della Russia

I russi, riguardo al tema principale dell’incontro, hanno posto l’accento sui compiti prioritari di garantire la sicurezza degli impianti nucleari presenti sia su territorio russo sia su territorio ucraino, questo si rende necessario “alla luce dei bombardamenti in corso sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia da parte di gruppi armati ucraini e del sabotaggio contro la centrale nucleare di Kursk”. Likhachev e Grossi “hanno discusso in dettaglio l’intera gamma di questioni relative alla prevista missione dell’AIEA presso la centrale  di Zaporizhzhia”. È stato confermato che la parte di Mosca condivide l’intenzione del direttore Grossi di condurre tale missione nel prossimo futuro, “non appena la situazione militare sul campo lo consentirà”. Inoltre, ha sottolineato che è pronta a fornire ogni tipo di supporto, compreso il supporto logistico, nella sua organizzazione.

Zelensky: “Mosca deve porre fine al ricatto nucleare”

La Russia deve porre fine in maniera incondizionata a questo ricatto nucleare e la missione dell’AIEA deve prendere il controllo permanente della centrale di Zaporizhzhia“, queste le parole di Zelensky durante il suo intervento in videoconferenza al Consiglio di sicurezza dell’Onu tenutosi oggi 24 agosto. Ha poi continuato puntando il dito contro la Russia che “ha messo il mondo a rischio di una catastrofe nucleare” a causa dei bombardamenti sul territorio intorno alla centrale nucleare più grande d’Europa, “i Paesi dell’Ue e i Paesi confinanti sono sotto la minaccia di radiazioni”. Ha concluso ricordando il disastro accaduto a Chernobyl dove scoppiò 1 solo reattore, a Zaporizhzhia ce ne sono 6.

Ultime notizie