giovedì, 29 Settembre 2022

Politiche 2022, Meloni: “Il reddito di cittadinanza un fallimento totale”. Renzi attacca Letta sulla candidatura del virologo Crisanti

Non si placano le polemiche interne al Pd dopo l'approvazione delle liste dei candidati. Renzi continua a pungere i dem e si prepara a sfidare Berlusconi al collegio di Milano centro. Giorgia Meloni prosegue la sua campagna elettorale: "Pronti a combattere la povertà, investendo sul lavoro".

Da non perdere

Non si placano le tensioni e le polemiche all’interno del Partito Democratico, dopo l’approvazione delle liste dei candidati per le prossime elezioni del 25 settembre. Il taglio dei parlamentari ha ridotto i seggi disponibili e aumentato i malumori degli “epurati”. “Escluso per scelta politica, no a scuse vigliacche“, il commento di Luca Lotti, mentre Monica Cirinnà ci ripensa e dopo l’iniziale rifiuto accetta la candidatura: “Farò la mia battaglia“. Intanto, dall’ex segretario del Pd Matteo Renzi arriva l’affondo: “Le scelte di Letta dettate dal rancore“.

A Milano sarà Renzi contro Berlusconi

Il leader di Italia Viva poi torna sulla sua candidatura: “Sarà molto divertente e utile per i cittadini che potranno riflettere su quale è la strada più giusta per il futuro, sulle tasse, sulla politica estera, sul costo dell’energia. Quando c’è confronto va sempre bene, l’importante è che ci sia civiltà“. Matteo Renzi, infatti, si contenderà il collegio di Milano centro al Senato, dove se la vedrà con Silvio Berlusconi. Parlando del programma, Renzi ha spiegato che il meccanismo del sindaco d’Italia: “Io preferisco un meccanismo semplice, come il sindaco d’Italia. Quando si sceglie un sindaco – i cittadini lo sanno – al primo giro si vota il candidato preferito; poi al ballottaggio si vota quello che ‘dispiace’ di meno, perché magari il tuo candidato non ce l’ha fatta a superare il primo turno. Questa è la democrazia che funziona” ha detto il leader di Italia Viva.

La tanto discussa candidatura del virologo Crisanti

Se le altre liste sono passate in secondo piano, anche chi il Partito Democratico non lo voterebbe in ogni caso, si è informato sulla candidatura del virologo Andrea Crisanti con i dem nel collegio Europa. Tra i commenti, non poteva mancare quella di Matteo Renzi pronto a lanciare frecce contro il suo ex partito: “Se uno candida Crisanti che è uno dei virologi più famosi, che prima voleva tenerci chiusi a Natale, poi ad aprile voleva chiuderci in casa per salvare l’estate, poi in estate chiusi di nuovo perché altrimenti c’erano troppi morti. Ho paura che al primo raffreddore ci prendiamo una quarantena di due mesi e non ne usciamo“. La replica di Crisanti: “Quelle cose le ho dette quando non avevamo il vaccino, i politici compreso Renzi annaspano”.

Meloni: “Il reddito di cittadinanza un fallimento totale”

Pronti a combattere la povertà, investendo sul lavoro“. Queste le parole di Giorgia Meloni, in un videomessaggio pubblicato su facebook, in vista delle elezioni politiche del 25 settembre 2022. La presidente di Fratelli d’Italia poi prosegue: “Il reddito di cittadinanza è stato un fallimento totale, nonostante abbia avuto per lo Stato un costo esorbitante pari a circa 9 miliardi di euro l’anno. Stendendo un velo pietoso sulle migliaia e migliaia di truffe che ha generato – favorendo anche criminali, mafiosi e spacciatori – ha fallito come strumento di lotta alla povertà che doveva essere abolita e invece ha raggiunto i massimi storici e ha fallito come misura di politica attiva del lavoro, visto che pochissimi dei percettori del reddito di cittadinanza sono stati alla fine assunti e hanno trovato un lavoro dignitoso“.

Ultime notizie