venerdì, 30 Settembre 2022

Europei di Roma, l’Italia nuota nell’oro: vincono Panziera, Ceccon, Martinenghi e Quadarella

Agli Europei di nuoto di Roma, pioggia di medaglie per la Nazionale azzurra. Trionfano la Panziera nei 200 dorso, la Quadarella negli 800 stile libero femminili, Ceccon nei 50 farfalla e Martinenghi nei 100 rana uomini. Argento per Poggio e la staffetta 4x100 mista mista.

Da non perdere

Veni vidi vici. L’Italnuoto tiene fede alle premesse della vigilia e continua a mietere successi agli Europei di Roma. Sei finali e sei medaglie, quattro d’oro: questo il bottino della seconda giornata di gare. Ad aprire le danze il successo di Margherita Panziera nei 200 dorso (2’07″13): triplete per la 27enne di Montebelluna che ha dichiarato: “Contentissima di aver vinto il terzo oro consecutivo proprio a Roma, che è una città meravigliosa, nonostante non abbia fatto la gara che speravo. Questo è il mio regalo di compleanno.”. Entra nella storia anche Thomas Ceccon, che vince i 50 farfalla con il tempo di 22″89, conquistando la prima medaglia in assoluto di un azzurro nella disciplina. Riscatto per l’italiano nonostante – come ammesso al termine della gara – una leggera indecisione in partenza. Doppietta stellare nei 100 rana dove Nicolò Martinenghi (58″26) e Federico Poggio salgono sui primi due gradini del podio. Solo settimo l’olandese Kamminga. Così il campione continentale: “Bellissimo condividere questa gioia con Federico (Poggio ndr). Vengo da una stagione estenuante. Il pubblico ha fatto la sua parte”. A calare il poker è Simona Quadarella (8’20″54) negli 800: La romana è sul tetto d’Europa per la terza volta consecutiva, impresa mai riuscita a nessuna prima d’ora: “Davvero emozionante. Speravo di fare un tempo più basso” – il commento dell’azzurra. A chiudere la serata di gloria per il Tricolore la 4×100 mista mista. Ceccon, Martinenghi, Elena Di Liddo e Di Pietro conquistano l’argento dietro l’Olanda. Nei 100 stile libero donne, quarto e quinto posto per Chiara Tarantino e Silvia Di Pietro.

Semifinali: avanti Pilato e Miressi, Popovici record nei 100

Nel programma serale spazio anche per le semifinali. Nei 100 rana donne buone notizie da Benedetta Pilato e Lisa Angiolini, che accedono alla finale. Primo tempo in assoluto per la tarantina, favorita numero uno nella disciplina. Così Benny: “Diciamo che sono soddisfatta, anche se sono sicuramente un po’ stanca dopo aver dovuto tirare questa mattina. Oggi pomeriggio ho pagato un po’. Il tempo comunque va bene”. Spettacolo nei 100 stile libero uomini, con il rumeno Popovici che realizza il nuovo record europeo. Avanti anche Zazzeri e Miressi, con quest’ultimo apparso in ombra rispetto alla bella prova nelle batterie. Doppia esclusione invece nei 50 farfalla donne, che sarà la prima finale senza azzurri in gara. Nei 200 dorso Mora e Restivo, impegnati nella seconda semifinale accedono alla lotta per le medaglie chiudendo al primo e al terzo posto.

Ultime notizie