venerdì, 30 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, nuovo attacco a Zaporizhzhia: Kiev e Mosca si accusano a vicenda. In arrivo 3 miliardi di dollari da Washington

Mosca e Kiev continuano nell'accusarsi a vicenda in merito agli attacchi alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, da marzo sotto il controllo della Russia. Il ministro degli Esteri ucraino, Kuleba, ha inviato all'Aiea prove delle violazioni dei principi di sicurezza nucleare da parte dei russi

Da non perdere

Da ormai alcuni giorni, si sono intensificate le tensioni attorno alla strategica centrale nucleare di Zaporizhzhia. Infatti, anche oggi 11 agosto, un nuovo attacco contro la centrale nucleare è stato denunciato sia da russi che ucraini, che  continuano ad accusarsi a vicenda. Secondo l’agenzia di stampa russa Tass, le forze ucraine hanno sparato oggi due volte contro la centrale, che è sotto occupazione russa da marzo, ma dove continuano a lavorare i tecnici ucraini. Anche la compagnia ucraina dell’energia, Energoatom, ha denunciato attacchi contro la centrale, puntando il dito contro le forze filorusse: “lL situazione nella centrale è al momento sotto controllo – aggiunge Energoatom – la notizia che lo staff ha lasciato la centrale in presa al panico, è un falso e una manipolazione“.

Kiev: “Mosca viola principi di sicurezza nucleare”

Il governo ucraino ha fornito all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) e alle Nazioni Unite prove delle violazioni dei principi di sicurezza nucleare da parte dei russi nella centrale nucleare di Zaporizhzhia. Kiev ha poi chiesto l’invio urgente di una missione internazionale composta da specialisti dell’Aiea ed esperti militari delle Nazioni Unite. Lo ha fatto sapere il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba durante un briefing con la stampa.

Ieri ho inviato lettere al segretario generale dell’AIEA Rafael Grossi e al segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e ho riferito i fatti che riguardano la violazione da parte degli occupanti russi di tutti e sette i principi fondamentali della sicurezza nucleare durante l’occupazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia“, ha affermato il ministro. Stasera si terrà una riunione del Consiglio di sicurezza convocata dalla Russia per denunciare attacchi ucraini alla centrale, ma Kuleba ha detto che “l’Ucraina non consentirà che Mosca promuova la propaganda e la disinformazione”.

Da Washington in arrivo 3 miliardi di dollari

Intanto, l’Ucraina attende l’arrivo di 3 miliardi di dollari di aiuti finanziari statunitensi ad agosto e di altri 1,5 miliardi a settembre. Ne ha parlato il ministro delle Finanze, Sergiy Marchenko, spiegando che i pagamenti fanno parte del pacchetto di aiuti finanziari da 7,5 miliardi di dollari concordato dall’Ucraina e dagli Stati Uniti all’inizio dell’estate e che saranno utilizzati per finanziare “spese critiche” come quelle sanitarie e pensionistiche.

Ultime notizie