giovedì, 29 Settembre 2022

Concerto omaggio per Stefano D’Orazio dei Pooh, il 25 settembre all’Auditorium Parco della Musica

Il 25 settembre all'Auditorium Parco della Musica di Roma si terrà un concerto omaggio per ricordare Stefano D'orazio, batterista dei Pooh. Durante l'evento si terrà anche la prima edizione del Premio Stefano D'Orazio che vedrà vincitore un cantante e un manager.

Da non perdere

Il 25 settembre all’Auditorium Parco della Musica di ROMA si terrà “Stefano!”, un concerto omaggio per ricordare Stefano D’Orazio dei Pooh. A ricordarlo saranno i suoi compagni Roby Facchinetti, Riccardo Fogli e Red Canzian insieme a tanti ospiti.

L’evento organizzato in collaborazione con Friends&Partners nasce con l’obiettivo di ripercorrere la carriera del batterista. Durante la serata si terrà anche la prima edizione del Premio Stefano d’Orazio e sarà conferito alla categoria “cantanti” e, per la prima volta in assoluto, alla categoria “manager. Il vincitore si aggiudicherà un anno accademico presso l’Art Voice Academy del Maestro Diego Basso a Castelfranco Veneto (Treviso), mentre il vincitore della categoria “manager” potrà vivere un’esperienza formativa a cura dei migliori professionisti del settore. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Stefano D’Orazio ed è rivolto ai giovani artisti di talento.

Stefano, batterista e manager dei Pooh, è scomparso due anni fa a causa di complicazioni sopraggiunte da Covid-19. Iniziò la sua carriera con una serie di spettacoli di Carmelo Bene e Cosimo Cinieri organizzati nel locale “Beat 72”. A 17 anni entrò a far parte del gruppo “I naufraghi” ai quali rimase legato per un breve periodo. Nel 1968 entrò in un gruppo chiamato R&B The Hoters&Pataxo con cui incise il primo 45 giri intitolato “Tempo” che gli permise di cimentarsi per la prima volta con la scrittura di un testo.

Nel 1971, incoraggiato da Giancarlo Lucariello, entrò a far parte dei Pooh e subito dopo il singolo “Tanta voglia di lei” salì al primo posto della hit parade. Stefano entrò nella band al posto di Valerio Negrini incidendo il 33 giri “Opera prima”. Il suo ultimo progetto risale a marzo 2020 quando compose Rinascerò Rinascerai per Roby Facchinetti e i cui proventi sono stati devoluti all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Ultime notizie