sabato, 1 Ottobre 2022

Tennis, al via i Masters 1000 in Canada: Sinner e Berrettini a caccia del colpo grosso

I due azzurri proveranno a sbaragliare un'agguerrita concorrenza, complici anche le assenze di Djokovic e Nadal. Pubblicate le classifiche Atp e Wta aggiornate.

Da non perdere

Il tennis italiano riparte da Montreal. Hanno inizio oggi i match del tabellone principale del Masters 1000 canadese, alla vigilia del grande appuntamento con gli Us Open. Gli alfieri azzurri Jannik Sinner e Matteo Berrettini affrontano l’impegno americano sulla superficie in cemento, con la consapevolezza di poter ambire ad un grande risultato. Le assenze di Novak Djokovic, Rafa Nadal e del tedesco Alexander Zverev rendono il pronostico ancora più equilibrato del solito.

Sinner: fiducia ai massimi livelli dopo Umago

L’altoatesino, reduce dal successo nel torneo su terra rossa di Umago, arriva in Canada pronto a confermare i progressi garantiti dalla cura Cahill, nuovo coach australiano del numero 1 azzurro. La vittoria in finale contro Calos Alcaraz ha mostrato al pubblico un Sinner a tratti devastante, proprio contro quello che viene prospettato come l’avversario principale dei prossimi anni. A proposito del dualismo con lo spagnolo, l’azzurro ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Siamo entrambi giovani, ma giochiamo un tennis incredibile. Vediamo cosa succede in futuro. Quando ci affrontiamo arriviamo a giocare ai nostri massimi livelli. Abbiamo due fisici diversi: lui è arrivato fisicamente al top prima di me perché io ho appena completato la mia maturazione fisica”. Sinner esordirà sui campi dello Stade Iga mercoledì 10 agosto, contro un avversario derivante dalle qualificazioni.

Santopadre (coach Berrettini) : “Incrociamo le dita”

Sorteggio poco benevolo invece per Matteo Berrettini. L’italiano se la vedrà al primo turno con lo spagnolo Pablo Carreno Busta, avversario alquanto insidioso. Dei precedenti tra i due ricordiamo gli ottavi di finale dell’Australian Open, a gennaio. Il romano ebbe la meglio sull’iberico per tre set a zero. Sullo stato di forma generale del Martello, è intervenuto proprio l’allenatore dell’azzurro, Vincenzo Santopadre: “La coincidenza per il treno verso Torino (Nitto ATP Finals) passa dal cemento nordamericano. Siamo arrivati a uno snodo cruciale della stagione, adesso non ci possiamo più fermare. Tre anni fa ebbe un problema alla caviglia e non scese in campo, lo scorso anno fu fermato da un risentimento muscolare in quel periodo, nel 2020 invece il circuito si fumò a causa del Covid. Incrociamo le dita per la nostra prima volta in Canada“.

Gli altri italiani: Fognini c’è. Le donne a Toronto

Fabio Fognini ha raggiunto tramite le qualificazioni il main draw del torneo. Battuto nel primo turno preliminare il canadese Kelsey Stevenson, il ligure ha eliminato nel secondo incontro il tedesco Daniel Altmaier. Al debutto nel tabellone principale se la vedrà con il danese Holger Rune. Sempre in Canada, sono impegnate a partire da questo pomeriggio Martina Trevisan e Camila Giorgi. Le due portacolori italiane debuttano a Toronto rispettivamente contro la brasiliana Beatriz Haddad Maia e la numero nove del tabellone Emma Raducanu. La marchigiana proverà a sovvertire il pronostico per andare avanti e provare a replicare la cavalcata vincente del 2021.

Ranking Atp e Wta: Sinner perde due posizioni

Nella classifica mondiale, aggiornata come di consueto a inizio settimana, restano cinque gli italiani nella top 100 della graduatoria maschile. Perdono però posizioni Sinner e Fognini: il primo retrocede al dodicesimo posto, mentre il secondo scende dalla cinquantacinquesima alla sessantesima piazza. Sorride Sonego che guadagna un posto. Comanda sempre il russo Daniil Medvedev. In ambito femminile, domina sempre la polacca Iga Swiatek. Per le azzurre tutto praticamente fermo alla settimana scorsa. Sono sempre quattro le donne tra le migliori cento: Trevisan, Giorgi, Paolini e Bronzetti.

Ultime notizie