lunedì, 15 Agosto 2022

Tennis, Djokovic non può entrare in Canada: rinuncia a Montreal. Ko anche Nadal

Il serbo e lo spagnolo rinunciano entrambi a uno dei tornei di avvicinamento all'ultimo slam della stagione, l'Us Open. Djokovic alle prese con la questione no vax, Rafa con i soliti problemi muscolari.

Da non perdere

Novak Djokovic e Rafa Nadal non parteciperanno al torneo Masters 1000 in programma dall’8 al 14 agosto a Montreal, in Canada. I due dovranno rinunciare a un vero e proprio anticipo dell’ultimo Slam di stagione, che avrà inizio il 29 agosto sui campi in cemento di Flushing Meadows.

Per Nole a rischio anche gli Us Open

Il serbo, così come accaduto agli Australian Open dello scorso gennaio, non potrà scendere in campo per motivazioni legate al vaccino Covid-19. Non è possibile infatti l’accesso in terra canadese per chi non è sottoposto al ciclo vaccinale. Intanto nei vicini Usa diverse associazioni ed esponenti politici si stanno mobilitando per poter permettere all’ex numero uno del mondo di essere presente a New York per l’Us Open. Due membri del Congresso hanno depositato un atto ufficiale per richiedere al presidente Biden una deroga per i tennisti non vaccinati in vista dell’ormai prossimo torneo: “Impedire a grandi atleti come il 21 volte campione Slam Novak Djokovic di competere in eventi di alto profilo riduce la loro importanza vitale dal punto di vista economico e diplomatico, senza che ci sia un beneficio tangibile per la salute pubblica” – recita parte del documento. Nel frattempo Nole attende con ansia gli sviluppi della vicenda, continuando ad allenarsi – come egli stesso ha riportato sul suo profilo Instagram- come se dovesse competere.

Rafa: problema agli addominali

Per un campione fermato dalla burocrazia, ce n’è un altro tormentato dal fisico. Rafa Nadal non parteciperà al torneo canadese a causa di un leggero fastidio agli addominali. Il maiorchino – occorre ricordarlo – era stato costretto al ritiro a Wimbledon per uno strappo muscolare nella stessa zona. “Dopo un periodo di allenamento senza il servizio, quattro giorni fa ho cominciato anche con le battute. Tutto stava andando al meglio, ma ieri ho sentito un leggero fastidio agli addominali, che persiste anche oggi” – ha comunicato lo spagnolo. “Dopo un colloquio con i dottori, abbiamo optato per un approccio conservativo prendendoci qualche giorno in più prima di ricominciare a competere”.

Ultime notizie