venerdì, 12 Agosto 2022

Omicidio Civitanova Marche, primi risultati dell’autopsia: Alika schiacciato e soffocato

Emergono i primi risultati dell'esame autoptico effettuato sul corpo di Alika Ogorchukwu, l’ambulante di origini nigeriane ucciso di botte a Civitanova Marche. Le analisi effettuate hanno rilevato che la causa di morte dell’ambulante sarebbe compatibile con lo schiacciamento del corpo.

Da non perdere

Si è tenuta nel corso della giornata di ieri, martedì 2 agosto, l’autopsia sul corpo di Alika Ogorchukwu, l’ambulante di origini nigeriane ucciso di botte a Civitanova Marche. Per il suo omicidio è stato arrestato il reo confesso Filippo Ferlazzo, che adesso si trova nel carcere di Ancona.

I primi risultati

Le analisi effettuate sulla salma del 39enne nigeriano hanno rilevato che la causa di morte dell’ambulante sarebbe compatibile con lo schiacciamento del corpo. Molto probabile, dunque, che sia scaturito anche un soffocamento. Però, non sarebbe ancora chiaro se questo schiacciamento abbia o meno provocato traumi agli organi interni, tali da determinare la morte di Alika. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Filippo Ferlazzo avrebbe prima colpito l’ambulante con le sue stesse stampelle, quindi si sarebbe accanito su di lui e lo avrebbe ucciso a mani nude. Dai risultati dell’autopsia, però, potrà emergere un quadro più chiaro utile anche durante le fasi del processo.

Ultime notizie