martedì, 16 Agosto 2022

Il declino delle idee, copiare diventa la nuova originalità

Sui social emergere è davvero difficile, il metodo più facile è quello di copiare i contenuti che spingono bene sulla piattaforma, l'originalità è sepolta.

Da non perdere

Se da una parte internet e i social hanno avvicinato le persone con le stesse passioni, allo stesso tempo le hanno rese schiave di un pensiero comune. Seppur non si può fare di tutta un’erba un fascio le mode e i trend, non solo in ambito letterario, vivono un battito di ciglia per poi passare alla novità o meglio dire, una copia.

Tiktok è il massimo esponente della viralità di determinati video, i balletti inizialmente, fino ad arrivare a suoni presi e decontestualizzati di serie tv e film. Ma chi diventa famoso e riconosciuto sui social? Chi crea qualcosa o chi lo riproduce meglio? Ebbene la risposta alla seconda domanda non è affatto scontata. Il trend può essere stato creato da un personaggio qualsiasi ma la viralità del contenuto la si ottiene copiando e riproducendolo più e più volte.

In qualsiasi ambito che sia cinematografico o la novità del gaming i video creati sulla piattaforma e su altri social network sembrano tante copie, a volte, anche di se stessi.

L’originalità, oggigiorno, è ormai penalizzata, anziché premiata. É un tonno che nuota contro corrente e non segue le “mode” del momento. Tiktok ci ricorda anche di quanto molti creator italiani siano condizionati e “ispirati” dai creators americani o inglesi.

Prendendo in esame il fenomeno libroso del #BookTok, ormai in ogni libreria c’è uno scaffale apposito con i loro consigli, si può notare questa contaminazione. Le transition con le frasi dei libri e musica di accompagnamento, unboxing, ma soprattutto i Wrap up che si creano alla fine di ogni mese dove si mostrano i libri letti. Di termini inglesi ce ne sono davvero tanti e servirebbe una guida approfondita per conoscerli tutti.

Ma le stesse Live di lettura che hanno reso famosa una nota BookToker ormai ha perso il suo valore, non riuscendo più  ad identificare nella stessa persona idea e creator.

I social sono di certo un mondo spietato, i piccoli pesci creano qualcosa di innovativo che puntualmente viene ripreso da un pesce più grosso che va avanti e fa milioni di views e followers sulle idee degli altri senza riconoscerne il merito.

Per questo, ormai, si può parlare di “declino delle idee”, ci sono in giro molti creators con idee in testa interessanti e innovative, ma vale la pena girarsi e prendere una strada diversa da tutti gli altri?

Ultime notizie