venerdì, 19 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Mosca: “Distrutti 2 lanciarazzi uccisi 53 nazionalisti e mercenari”. Turchia: “Domani ispezione nave da Odessa”

La Marina ucraina ha catturato 11 soldati russi durante gli scontri di stanotte nella regione di Kherson. Secondo il bilancio della Polizia di Kiev gli occupanti hanno colpito nella sola giornata di ieri la regione di Donetsk 34 volte, attaccando 16 insediamenti. Peskov: "Ci sono malfunzionamenti delle turbine del Nord Stream causati dalle sanzioni occidentali".

Da non perdere

Dopo i violenti attacchi notturni russi nella regione di Kherson, è arrivata la controffensiva delle forze speciali della Marina ucraina con la cattura di ben 11 soldati nemici durante gli scontri. “Tra loro ci sono un ufficiale, un sottufficiale e nove membri del cosiddetto Dnr”, si legge nella nota diffusa dal servizio stampa della Marina, riportata dall’agenzia di stampa Ukrinform. Stando a quanto comunicato, pare che i prigionieri di guerra siano stati consegnati alle autorità locali competenti. Secondo il bilancio diramato dalla Polizia di Kiev, riferito sempre dall’agenzia Ukrinform, gli occupanti hanno colpito nella sola giornata di ieri la regione di Donetsk ben 34 volte. I russi sembra che abbiano attaccato 16 insediamenti, bombardando Avdiivka 11 volte, utilizzando missili lanciati dall’aria, lanciarazzi multipli Uragan e Grad e ogni tipo d’artiglieria contro i civili. D’altro canto, il portavoce del ministero della Difesa russo, il tenente generale Igor Konashenkov, ha fatto sapere che il loro esercito ha sferrato “un attacco di precisione contro l’impresa ucraina Energy Machines nella città di Kharkov, ha spazzato via due lanciarazzi multipli americani Himars sul territorio dell’impianto; 53 nazionalisti ucraini e mercenari stranieri sono stati eliminati“.

Turchia: “Domani ispezione della prima nave partita da Odessa”

La prima nave carica di 26mila tonnellate di grano ucraino, partita oggi dal porto di Odessa e diretta in Libano, verrà ispezionata domani mattina in Turchia, una volta arrivata al largo della costa di Istanbul. La notizia è stata data dal ministro della Difesa turco Hulusi Akar nel corso di un’intervista all’agenzia di stampa Anadolu spiegando che “nel Bosforo si procederà con l’ispezione congiunta del carico“. Lo stesso procedimento verrà effettuato per quanto riguarda le altre imbarcazioni che salperanno dai tre porti presenti nell‘accordo sui corridoi per l’esportazione di frumento firmato il 22 luglio a Istanbul. Nella giornata odierna non è prevista nessun’altra partenza dalle aree portuali ucraine. “Dopo mesi di blocco da parte della Russia, questo è un primo passo per mitigare la crisi alimentare“, così si è espresso il portavoce della Commissione europea per gli Affari Esteri Peter Stano in merito alla prima partenza da Odessa. Anche il Cremlino ritiene si stia dinanzi a un fatto “molto positivo, una buona occasione per testare l’efficacia degli accordi presi a Istanbul“, ha affermato il portavoce russo Dmitry Peskov, ripreso dall’agenzia Interfax.

Mosca: “Difficoltà turbine Nord Stream create dalle sanzioni occidentali”

“Le difficoltà nella situazione sulle turbine per il Nord Stream sono state introdotte artificialmente, sono state causate dalle sanzioni occidentali e c’è poco che la parte russa possa fare al riguardo”, ha tuonato il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, citato dall’agenzia russa Tass. “Non ho ulteriori commenti. Gazprom ha delineato la situazione reale, il vero stato delle cose. Ci sono malfunzionamenti che richiedono riparazioni urgenti e ci sono alcune difficoltà artificiali introdotte dalle cosiddette sanzioni, restrizioni illegali“.

Arrivato a Kiev sistema lanciarazzi Mars II da Berlino

Il terzo fratello della famiglia Long Hand – Mlrs Mars II dalla Germania è arrivato in Ucraina“, ha scritto su Twitter il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Rezniko. “Grazie alla Germania e personalmente alla mia collega ministra della Difesa Christine Lambrecht per questi sistemi. I nostri artiglieri salutano i nostri partner tedeschi“, si legge nel post.

Ultime notizie