martedì, 9 Agosto 2022

Atp 250 di Umago: va a Cecchinato il derby italiano contro Musetti. Ora i quarti di finale

La giornata dell'Atp 250 di Umago in Croazia, si apre con la vittoria a un po' a sorpresa di Marco Cecchinato che ha sconfitto nel derby italiano Lorenzo Musetti, neo vincitore del torneo 500 di Amburgo, chiudendo in scioltezza per 6-4, 6-3.

Da non perdere

Dopo le vittorie di ieri di Zeppieri e Sinner, il tricolore fa da padrone anche nella quarta giornata degli ottavi di finale dell’Atp 250 di Umago. Infatti il match che ha aperto la giornata è stato quello del derby azzurro fra il fresco vincitore di Amburgo, Lorenzo Musetti e Marco Cecchinato. Il tennista di Carrara, neo 31 del mondo (best ranking) ha sconfitto al primo turno lo sloveno Bedene; mentre il Ceck ha avuto la meglio al terzo set contro il giovane croato Polijcak, al suo debutto nel torneo di casa.

IL MATCH

Parte al servizio Cecchinato subito molto aggressivo, che vince senza problemi il primo game. Meno centrato invece, in questo inizio, sembra Musetti che subisce il gioco del palermitano concedendo subito il break con un doppio fallo. Nel terzo game il vincitore di Amburgo inizia a mostrare parte del suo repertorio e, complice un errore di troppo da parte del suo avversario, conquista subito il contro break che confermerà nel suo turno di battuta. Si arriva quindi sul 2-2 con Lorenzo che sembra definitivamente entrato in partita. Ora è Cecchinato che fa fatica a tenere a bada Musetti, che lo sposta molto bene da una parte all’altra del campo. Così il n.31 del mondo porta a casa il secondo break di fila e sale 3-2 e servizio in mano. Ma il match fra i due azzurri non è certo scontato con i due giocatori che sembrano avere molte difficoltà nel tenere la battuta. In questo caso è Musetti che si fa strappare il servizio e il Ceck riesce a riportare il primo set di nuovo in parità. In questa prima parte sono stati già 4 i break concessi dai due tennisti italiani. Nei successivi game entrambi gli azzurri riescono a tenere i propri turni fino al 5-4 per Cecchinato in cui il tennista di Palermo si guadagna il primo set point che grazie ad un bel dritto porta a casa con il risultato di 6-4. Primo parziale in cui il 29 enne è rimasto decisamente più solido e concentrato di Musetti nei momenti più importanti.

SECONDO SET

Inizio in fotocopia del secondo parziale con Cecchinato al servizio. Marco apre il set come aveva chiuso il primo mettendo un importante punto esclamativo sul match: dopo essere salito 1-0, ottiene immediatamente il break ai danni di Musetti. Il palermitano sembra quello degli anni migliori e gioca veramente bene soprattutto col rovescio. Con palla corta e pallonetto a seguire, Cecchinato sale 3-0 a suo favore nel secondo set con una striscia di 5 giochi consecutivi vinti. Musetti riesce a interrompere la striscia nel quarto game ma l’ex n 16 del mondo non si distrae e sale 4-1. La partita è in questo momento pienamente nelle mani di Cecchinato che, passo dopo passo, sta acquisendo sempre più convinzione e vede il traguardo avvicinarsi sempre di più; dall’altro canto Musetti sembra non riuscire a tenere testa al suo amico e dopo un game interlocutorio, il 29enne di Palermo, si porta sul 5-2. Lorenzo prova a rimanere in scia col servizio ma il Ceck oramai è in “fuga per la vittoria” e chiude match partita e incontro per 6-4, 6-3.
Dopo molto tempo si è visto un Cecchinato versione vintage, disputando forse il miglior match dell’anno. Ora lo aspettano i quarti di finale. Delusione per Musetti che, a dire il vero, se proprio doveva perdere dopo lo splendido torneo di Amburgo che gli ha regalato il primo 500 della sua carriera, è meglio che lo abbia fatto contro il suo amico, e redivivo, Marco Cecchinato.

Ultime notizie