martedì, 16 Agosto 2022

Euro 2022, Gravina: “Dispiace per le ragazze”. Cabrini tuona: “Ad ognuno le proprie responsabilità”

Il giorno dopo l'eliminazione della Nazionale femminile da Euro 2022 aleggia un sentimento di delusione ai vertici del calcio italiano come dimostrano le dichiarazioni di Gravina, Malagò e l'ex Ct Cabrini.

Da non perdere

C’è grande delusione dopo l’eliminazione dell’Italia femminile da Euro 2022. Le azzurre non sono riuscite a superare il girone collezionando solo un punto frutto del pareggio con l’Islanda e due sconfitte contro Francia e Belgio.

Il giorno dopo la disfatta non sono mancate le dichiarazioni dei massimi esponenti del calcio italiano: “C’è molto dispiacere, soprattutto per le ragazze. Dopo tanti giorni di preparazione, non centrare una qualificazione su cui avevamo puntato moltissimo un po’ di amarezza la dà. Dobbiamo accantonare la delusione, a breve avremo due appuntamenti importanti per centrare il Mondiale 2023”, ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina.

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, invece, ha provato a smorzare il sentimento di delusione che aleggia intorno alla Nazionale femminile. “La parola delusione è esagerata per l’eliminazione della nazionale femminile agli Europei: c’era l’aspettativa di passare il turno, non bisogna negarlo, ma lo sport ci ha insegnato, basti pensare all’atletica, che non si può passare da essere fenomeni a essere scarsissimi. Bisogna rimanere con piedi per terra” ha spiegato.

Diverso è il pensiero di Antonio Cabrini, ex Ct delle azzurre. “Cerchiamo di chiamare le cose nella la giusta maniera, è stato un fallimento, ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità, a partire dal magazziniere agli organi più alti. Non sto a valutare le scelte, non sono in grado di determinare le condizioni fisiche delle giocatrici. Per questo c’è un commissario tecnico. Ora dovranno tutti farsi un bell’esame di coscienza”, ha tuonato.

Ultime notizie