martedì, 16 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, missili su 2 università a Mykolaiv. Sanzioni alla Russia, Orban: “Ue si è sparata ai polmoni e ora soffoca”

Pioggia di missili su Mykolaiv, colpite 2 università. Atto ritenuto terroristico dal governatore Vitali Kim. Germania stanzia 2.4 miliardi di euro per sostegno a rifugiati ucraini. Orban: "La politica sanzionatoria contro la Russia non ha soddisfatto le aspettative. L'Ue si è sparata ai polmoni e ora soffoca". L'ambasciata Usa a Kiev ha esortato gli americani a lasciare il Paese.

Da non perdere

Sul fronte diplomatico si è tornati a parlare dell’impianto chimico Azot, Kiev ha detto che se i russi dovessero rimetterlo in moto, sarebbe “una catastrofe“. Sempre nella capitale ucraina, l’ambasciata Usa ha invitato tutti gli americani a lasciare il paese. La Germania ha stanziato altro 2.4 miliardi di euro per coprire le spese umanitarie legate all’afflusso dei profughi dall’Ucraina. Ai microfoni di Kossuth Radio, il premier ungherese Viktor Orban è stato sentenzioso: “La politica sanzionatoria contro la Russia non ha soddisfatto le aspettative”, con queste restrizioni l’economia europea “si è sparata ai polmoni e ora sta soffocando“. Sul fronte di guerra, non c’è tregua per Mykolaiv che dalle prime ore di questa mattina sta subendo molteplici attacchi. Sono state colpite 2 università. Il governatore Vitali Kim si è espresso: “Oggi c’è una Russia terrorista. Hanno attaccato la nostra istruzione“.

Se russi riaccendono impianto Azot sarà “una catastrofe”

Il governatore della regione di Lugansk, Sergiy Gaidai, ha lanciato l’allarme: “Sarà una catastrofe se i russi rimettono in moto le attività all’impianto chimico Azot, a Severodonetsk“. Ha aggiunto che sarebbe estremamente pericoloso a causa della significativa distruzione sul territorio della fabbrica, “servono specialisti appropriati”.

L’ambasciata Usa a Kiev esorta americani a lasciare il Paese

In un avviso urgente sul sito dell’ambasciata Usa si legge un’esortazione agli americani di “lasciare immediatamente” il Paese utilizzando tutti i mezzi di trasporto privato via terra, se c’è la possibilità di farlo in sicurezza. Inoltre, ha invitato i connazionali a non partire per l’Ucraina e a chi non riesce ad andare via dalla Nazione è consigliato evitare “assembramenti ed eventi organizzati perché potrebbero essere considerati degli obiettivi per la Russia“.

Germania: “Stanziati altri 2.4 miliardi per aiuto profughi”

Il Ministro del Lavoro, Hubertus Heil, ha riferito che la Germania ha deciso di “stanziare ulteriori 2.4 miliardi di euro per coprire le spese umanitarie legate all’afflusso dei profughi dall’Ucraina“. Secondo il Ministro, dall’inizio del conflitto circa 800mila ucraini hanno lasciato il Paese per rifugiarsi in Germania; i minori di 14 anni sono circa il 30%. Si è constatato che quasi tutti i profughi si sono iscritti alle liste di disoccupazione, questo ha provocato un incremento di questo tasso, quindi “ora è questione di dare loro un’occupazione”, ha aggiunto il Ministro.

Bombe su Mykolaiv, colpite 2 università

Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina, è sotto attacco da questa mattina. Alcune bombe hanno colpito 2 università. Tuona sui social il governatore Vitali Kim: “Hanno attaccato la nostra istruzione. Chiedo alle università di tutti i Paesi democratici di definire la Russia per quello che è: terrorista“. Il sindaco della città, Oleksandr Sienkevych, ha confermato che i soccorritori sono a lavoro e che ci sono almeno 2 feriti, ha poi aggiunto che “le truppe russe hanno colpito intorno alle 7:50 ora locale, sapendo bene che c’è molta gente in strada in quel momento. Sono veri terroristi”.

Ultime notizie