martedì, 16 Agosto 2022

Caffè stupefacente e sesso a pagamento, servizio completo al bar delle meraviglie: 5 indagati sequestrati 422mila euro

Cinque persone sono accusate di spaccio e sfruttamento della prostituzione, tre immobili sono stati sequestrati, compresi un bar e una villetta teatro delle attività illecite. Trovati sui conti correnti degli indagati 422mila euro.

Da non perdere

Dopo mesi di indagini, nella giornata di oggi 15 luglio, la Guardia di Finanza e i Carabinieri di Grosseto hanno sequestrato centinaia di migliaia di euro a cinque indagati. Il lavoro investigativo ha portato alla scoperta di un articolato giro di prostituzione e reati  riguardanti lo spaccio di droga. A renderlo noto è l’ufficio stampa dei militari con un comunicato arrivato in redazione. Tutto sarebbe iniziato a marzo 2021 quando è stata disposta la custodia cautelare nei confronti di tre persone, tra le quali una coppia molto conosciuta in città. I numerosi elementi di prova raccolti avrebbero rivelato l’esistenza di un gruppo che si occupava di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

L’attività si sarebbe svolta tra i comuni di Follonica e Grosseto in un grande immobile, in cui sono stati ritrovati e sequestrati anche 400 grammi di hashish e 6200 euro contanti. La proprietà apparteneva a due degli arrestati, i quali avrebbero creato un vero e proprio business con l’esercizio di prestazioni sessuali a pagamento, ma non solo. Infatti, a giugno dello stesso anno, l’indagata principale è stata sottoposta a misure cautelari per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. Da allora, le varie indagini effettuate avrebbero dimostrato la notevole ricchezza accumulata grazie alle diverse attività illecite. A questo punto la Procura di Grosseto ha espressamente chiesto al GIP del Tribunale di Grosseto, il sequestro di circa 422mila euro presenti sui conti correnti degli indagati e di tre immobili situati a Follonica, tra cui una villetta e un noto bar. Proprio all’interno di quest’ultimi si sarebbero svolte le attività legate allo spaccio e alla prostituzione. Si attende sentenza definitiva per gli indagati che ad oggi sarebbero da ritenersi ancora innocenti.

Ultime notizie