venerdì, 12 Agosto 2022

Lampedusa, bimbo di 4 anni muore per infezione da enterococco. La madre: “Vogliamo verità e giustizia”

Un bambino di 4 anni di Lampedusa è morto nella notte, all'ospedale di Taormina, per aver contratto un batterio a seguito del posizionamento di un sondino nasale contro un virus intestinale. La salma è stata sequestrata dopo l'appello dei genitori.

Da non perdere

Un bambino di Lampedusa, Domenico Bandieramonte, è morto nella notte all’ospedale San Vincenzo di Taormina. Il piccolo, che aveva compiuto da poco 4 anni, era stato curato e dimesso il 29 giugno scorso per disturbi intestinali presso la struttura ospedaliera di Catania. Il 4 luglio, visto che i problemi intestinali continuavano, gli è stato applicato un sondino nasale e, da quel momento, è iniziata la spola tra le strutture sanitarie di Messina e Catania. Il bimbo è partito con un virus enterico ed è finito con un batterio che gli ha devastato gli organi e provocato un edema cerebrale.

“I medici lo hanno trasferito a Messina dove gli è stata riscontrata l’infezione di tutti gli organi a causa del batterio enterococco”, ha denunciato la mamma di Domenico, Ambra Cucina, aggiungendo che il figlio ha avuto tre arresti cardiaci e, alla fine, un edema cerebrale. “Voglio giustizia, non si può entrare in ospedale per un banale virus intestinale, infettarsi con un batterio e finire in questo modo”.

Il cuore del piccolo si è fermato prima che venisse accertata la morte cerebrale da parte dei medici dell’ospedale di Taormina, ultima tappa del bambino. Il corpo è stato sequestrato a seguito delle denunce dei genitori e l’intera comunità di Lampedusa si è mobilitata per sostenere e aiutare la famiglia.

Ultime notizie