martedì, 16 Agosto 2022

Ferie negate e straordinari non pagati: 2 imprenditori denunciati. Sfruttavano disperati bisognosi di lavorare

La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per 665mila euro nei confronti dei due uomini, per aver imposto condizioni di lavoro illecite ai danni dei loro 79 dipendenti.

Da non perdere

Stipendi e orari di lavoro non conformi ai contratti collettivi nazionali nei confronti dei loro 79 dipendenti. Queste le accuse mosse a due imprenditori calabresi, ai quali la Guardia di Finanza di Catanzaro ha sequestrato beni per 665 mila euro. I due uomini, amministratori di tre società di capitali – una delle quali ora fallita – e operanti nel settore della grande distribuzione, erano indagati per sfruttamento del lavoro. In base a quanto emerso dalle indagini, gli imprenditori, inoltre, avrebbero imposto ai lavoratori di rinunciare a parte delle ferie, alle indennità per impiego nei giorni festivi e alle ore di straordinario, pena la mancata assunzione, approfittando del loro bisogno di mantenere il posto di lavoro. Da questo modus operandi i due uomini avrebbero tratto illeciti guadagni, ora oggetto di sequestro preventivo.

Ultime notizie