martedì, 16 Agosto 2022

Malika Ayane, è uscito il nuovo singolo “Una ragazza”

E' uscito il 28 giugno il nuovo singolo di Malika Ayane, "Una ragazza" scritto in collaborazione con Pacifico e Andrea Bonomo

Da non perdere

Malika Ayane, cantautrice e violoncellista italiana, vincitrice del premio della Critica per il brano “Come foglie” del 2010, è tornata con un nuovo singolo targato Warner Music Italy. Si chiama “Una ragazza”. Il brano è uscito il 28 giugno ed è il frutto di una collaborazione con Luigi De Crescenzo, in arte Pacifico, e Andrea Bonomo.

Se i primi lavori come  “Ricomincio da qui”, tratto dall’album Grovigli, si distinguono per il sound jazz, il nuovo singolo sposta l’attenzione sulla leggerezza della musica beat anni 60. Con questo nuovo sound, l’obiettivo di “Una ragazza” è quello di porre l’accento sulla maturità che acquistiamo con l’esperienza negli anni e al tempo stesso di saper agire con auto- ironia e non prendere mai nulla sul serio. In questo brano infatti, la voce della Ayane è pungente e allegra. Questo si deve all’intento di mettere in evidenza come ci sia differenza tra stare bene ed essere veramente felici, di come la verità venga sempre a galla e che tutto dipende dalla prospettiva con la quale affrontiamo le giornate.

La stessa Ayane scrive sui social: “Una mattina di gennaio Andrea Bonomo si è presentato con un tema di quelli che prima si appiccicano, poi ti bucano il cervello. Pacifico ha avuto l’intuizione geniale di far girare tutto intorno alla frase “una ragazza come me”. E io, oltre a portare la quota drama nel testo che è stato particolarmente divertente scrivere con Gino, ho sfrontatamente sguainato una gran voglia di leggerezza. Poi è arrivato gregwillen e ha dato il colpo di grazia. All’improvviso, alleluja, una ragazza è vostra”.

“Grazie a Stefano Brandoni e Marco Mariniello anche questa volta sulla barca, ad Angelo Calculli che sfonda le porte, a Marco Alboni per l’inizio della nostra avventura insieme in Warner Music Italy”.

L’idea di questa canzone è quella di segnare un distacco dalla poetica malinconica e struggente che contraddistingue i suoi primi lavori. “Come foglie” enfatizza, infatti, il valore dei sentimenti e gli effetti dell’innamoramento quando la distanza sembra essere l’ostacolo che separa due persone. La metafora della pioggia allude alla tristezza che sopraggiunge quando diventa difficile viversi nel quotidiano. La frase “Ha quest’acqua un senso?” definisce il carattere nostalgico delle persone stravolte dalla potenza dei sentimenti che aspettano il ritorno della persona amata e che “Come foglie che cadono a tappeto” si struggono per amore.

Ultime notizie