sabato, 20 Agosto 2022

Giappone, trionfa il partito di Shinzo Abe: in programma riarmo militare e modifica della costituzione pacifista

Complice la scia emotiva lasciata dall'assassinio dell'ex premier Shinzo Abe, il partito liberal-democratico giapponese ha trionfato alle elezioni di ieri, 10 luglio, per il rinnovo parziale della Camera Alta. La coalizione di governo ha ottenuto 63 seggi, superando ampiamente la maggioranza assoluta.

Da non perdere

Complice, con ogni probabilità, la scia emotiva lasciata dall’assassinio dell’ex premier Shinzo Abe, il partito liberal-democratico giapponese ha trionfato alle elezioni di ieri, 10 luglio, per il rinnovo parziale della Camera Alta. La coalizione di governo ha ottenuto 63 seggi, superando ampiamente la maggioranza assoluta con 146 seggi sui 248 dell’Assemblea, contro i 102 dell’opposizione.

Riarmo e modifica della costituzione

Kei Sato, il candidato conservatore che stava sostenendo Abe durante il comizio a Nara in cui è stato ucciso, è stato dunque rieletto. Il sogno di Shinzo Abe di modificare la costituzione pacifista del Giappone, per la prima volta dalla promulgazione del 1947, può adesso diventare realtà. All’indomani del trionfo elettorale del partito conservatore, il premier giapponese Fumio Kishida ha assicurato che Tokyo rafforzerà drasticamente la difesa entro 5 anni, in risposta alle incertezze provocate dalla guerra in Ucraina e alla crescente assertività della Cina. “Assicurare il regolare svolgimento delle elezioni, a distanza di pochi giorni dall’assassinio di Abe, è la prova che non ci piegheremo al terrorismo”, ha affermato il premier. “L’ampio successo ci consentirà di portare a termine i nostri impegni politici, inclusa la creazione di una nuova forma di capitalismo e il raddoppio della spesa militare di fronte alle incertezze globali causate dall’aggressione russa e dalla crescente minaccia di Pechino”.

Ultime notizie