venerdì, 12 Agosto 2022

Un nuovo tour per Manuel Agnelli: senza Afterhours e cambio linguaggio

Il live è la sua parte preferita e ha scelto di non accontentarsi, vuole sperimentare e lasciarsi condizionare da ciò che lo ispira: "Il mio scopo è vivere, il più liberamente possibile".

Da non perdere

Manuel Agnelli, anima ribelle della musica rock, parte con un nuovo tour, ma stavolta in una veste inedita: ha scelto di non accontentarsi di quello che ha alle spalle ma ha deciso di salire sul palco senza il “guscio protettivo” degli Afterhours. Il tour inizierà oggi, 7 luglio, dal Flowers Festival di Torino e continuerà almeno fino al 12 agosto, facendo tappa anche in molte arene estive e festival italiani.

Non mancheranno di certo tante novità per il pubblico di Agnelli a partire dai nuovi singoli, che contribuiranno a comporre il prossimo album del cantante, “Ama Il Prossimo Tuo Come Te Stesso” in uscita il 30 settembre, fino alla band che lo accompagnerà sul palco. Si tratta dei Little Pieces Of Marmelade, il gruppo portato in finale ad X Factor da Manuel Agnelli. Quest’ultimo ha dichiarato: “Sono animaletti rock e c’è stata da subito grande intesa”. Con Beatrice Antolini si conoscono da tanti anni, la considera “una musicista che in Italia non esiste”, perché avendo una ben definita e spiccata personalità non è una turnista, ma possiede una straordinaria capacità di adattarsi a situazioni diverse con estrema creatività. Con Giacomo Rossetti, invece, l’altro componente della band, si sono conosciuti un po’ di tempo fa al concerto dei Negrita e Manuel lo considera un “grande uomo-band, un collante musicale e umano”.

La decisione di farsi affiancare da loro e non dagli storici Afterhours è un modo per mettersi nuovamente in gioco, per cambiare pelle collaborando con altri musicisti. Per Agnelli la musica è una parte fondamentale della sua esistenza e la vive molto seriamente, “ho grande rispetto per la vita che ho scelto perché mi ha davvero salvato” e senza dubbio il live è l’aspetto preferito del suo mestiere. Come il cantante ha spiegato: “È il modo più potente per sentirmi me stesso e per comunicare con la gente. Il palco è un posto magico, dove possiamo essere chi vogliamo e, paradossalmente, essere sinceri come in nessun altro posto”.

Manuel Agnelli ha scelto la libertà di cambiare, di cercare sempre nuove ispirazioni, nuovi ingredienti per la sua musica, senza mai accontentarsi di uno stesso efficace percorso. Come afferma lui stesso: “Molti artisti per accontentare le aspettative del pubblico replicano i pezzi che funzionano. Non è il mio scopo. Il mio scopo è vivere e farlo il più liberamente possibile. Rimescolare le carte per me significa farsi contaminare da quello che ci ispira, anche se è lontano da quello per cui siamo identificati. Dalla ‘fast-music’ ci si salva con il coraggio di intraprendere percorsi lunghi e pensando che il risultato è già fare le cose in sé. Il risultato è esistere“.

Ultime notizie