venerdì, 12 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Kiev impedisce agli uomini tra i 18 e i 60 anni di lasciare il Paese. Zelensky: “Lo Stato Maggiore non prenda iniziative senza consultarmi”

Il Ministero della Difesa di Kiev ha da poco annunciato la decisione di impedire agli uomini tra i 18 e i 60 anni di lasciare la propria residenza senza un permesso speciale del loro ufficio militare di riferimento. Zelensky si è detto in disaccordo con tale scelta ed ha reagito chiedendo allo Stato Maggiore dell'esercito di non prendere iniziative di questo tipo in futuro senza averlo prima consultato.

Da non perdere

Il Ministero della Difesa di Kiev ha da poco annunciato la decisione di impedire agli uomini tra i 18 e i 60 anni di lasciare la propria residenza senza un permesso speciale del loro ufficio militare di riferimento. Zelensky si è detto in disaccordo con tale, controversa, scelta. L’annuncio ha provocato furibonde polemiche in Ucraina. E il presidente ha reagito chiedendo allo Stato Maggiore dell’esercito di non prendere iniziative di questo tipo in futuro senza averlo prima consultato. Ad ogni modo, Zelensky ha assicurato che, in occasione della riunione di oggi con i responsabili della Difesa, si farà aggiornare con tutti i dettagli per affrontare direttamente la situazione.

Governatore Donetsk: “Evacuare più civili possibile”

Il governatore del Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha esortato i suoi oltre 350mila residenti a fuggire mentre la Russia intensificava l’offensiva. Ha infatti affermato che sarebbe necessario evacuare le persone fuori dalla provincia di Donetsk, in modo da salvare il maggior numero possibile di vite umane e consentire all’esercito ucraino di difendere nel migliore dei modi le città dall’avanzata russa. “Il destino dell’intero Paese si deciderà nel Donetsk”, ha detto. “Quando ci saranno meno civili presenti sul territorio, potremo concentrarci maggiormente sul nemico”.

Mosca sequestra due navi straniere

Alcuni delegati russi presenti proprio nell’oblast di Donetsk, intanto, si sono appropriati con la forza di due navi battenti bandiera straniera. Si tratta della Blue Star, imbarcazione panamense, e della Smarta Shipping, proveniente dalla Liberia. Entrambe sono state dichiarate da Mosca di proprietà statale. È la prima volta dall’inizio del conflitto che vengono sequestrate navi commerciali. Si stima che circa 80 navi straniere siano bloccate nei porti ucraini a causa dell’aggressione russa.

Ultime notizie