martedì, 9 Agosto 2022

Femminicidio-suicidio, uccide la moglie con 2 coltellate e si lancia dal 5° piano: Savona sotto shock

Alla base dell'omicidio-suicidio ci sarebbe la fine del rapporto tra i due, che l'uomo pare non volesse accettare anche se, a detta di amici e parenti sorpresi dall'accaduto, non c'erano segnali di una relazione finita.

Da non perdere

Prima due coltellate alla moglie, una dietro l’orecchio sinistro e l’altra alla schiena, poi, dopo averne vegliato la salma per ore, si è lanciato nel vuoto, da una finestra dell’appartamento al 5°piano del palazzo dove vivevano. Nadia Zanatta, 57 anni, e Antonino Santangelo, 64, sono morti così. Non è ancora chiaro quando si sia sia consumata la tragedia, cose che sarà appurata dall’autopsia nei prossimi giorni. Lui si è suicidato ieri, domenica 3 luglio, intorno alle 15;30, ma il femminicidio potrebbe essersi consumato anche il giorno prima.

Quando gli agenti della Polizia sono entrati in casa grazie ai Vigili del Fuoco, hanno trovato le spoglie della donna adagiate sul letto matrimoniale, avvolte in un tappeto. I poliziotti hanno anche rinvenuto un indumento da uomo su cui erano presenti tracce di sangue, altre ne sono state evidenziate nella camera dei figli. Alla base dell’omicidio-suicidio ci sarebbe la fine del rapporto tra i due, che l’uomo pare non volesse accettare anche se, a detta di amici e parenti sorpresi dall’accaduto, non c’erano segnali di una relazione finita.

Il Comune di Savona, dove la donna lavorava, ha esposto la bandiera a mezz’asta e sospeso per oggi le attività istituzionali. “Siamo tutti sconvolti – ha detto il sindaco Marco Russo – da questa immane tragedia che lascia da soli due giovani e che ha scioccato l’amministrazione comunale e tutta la città. Il rammarico di tutti è di non aver saputo cogliere segnali di disagio per poter essere d’aiuto”.

Ultime notizie