sabato, 13 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Kiev: “Mosca controlla il 95% del Lugansk”. Medvedev: “Sanzioni atto di guerra. Ci difenderemo”

Medvedev: "La pratica rozza e cinica di infliggere misure restrittive unilaterali contro Mosca è simile ad una dichiarazione di guerra. Economica, quanto meno". Stato Maggiore di Kiev: "Le truppe russe stanno tentando di circondare Lysychansk. L'ultimo baluardo della resistenza ucraina in Donbass. Mosca controlla ormai il 95% del territorio del Lugansk".

Da non perdere

“A partire da oggi, l’Ucraina potrà esportare energia elettrica nell’Unione Europa. Ciò consentirà all’UE di avere a disposizione una nuova fonte energetica, ricevendo ricavi di cui ha enorme bisogno”. Ha parlato così la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, tramite i propri canali social. Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, invece, ha dichiarato: “L’ultima riunione dei capi di Stato e di governo ha discusso degli sforzi da parte dei membri dell’Alleanza per mitigare la crisi alimentare, portando il grano fuori dall’Ucraina sia via terra che via mare”. Lo ha affermato durante la conferenza stampa conclusiva del vertice di Madrid. “La crisi alimentare è una minaccia che scaturisce dall’invasione russa”, ha aggiunto. “I prezzi del cibo stanno toccando massimi storici in diversi Paesi che dipendono dall’Ucraina in modo sostanziale”.

Medvedev: “Le sanzioni sono un atto di guerra economica”

Dal versante opposto, invece, sono arrivate le dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio di Sicurezza della Russia, Dmitry Medvedev. “La pratica rozza e cinica di infliggere misure restrittive unilaterali contro Mosca, la cui illegalità è stata ripetutamente sottolineata a tutti i livelli, è simile ad una dichiarazione di guerra. Economica, quanto meno”, ha detto. “Inoltre, vorrei sottolineare ancora una volta che, in determinate circostanze, tali misure, così ostili, possono essere qualificate come un atto di aggressione internazionale. Un casus belli, di fatto. In risposta a ciò, uno Stato ha diritto all’autodifesa individuale e collettiva”.

Stato Maggiore ucraino: “Mosca controlla il 95% del Lugansk”

“Le truppe russe stanno tentando di circondare Lysychansk. L’ultimo baluardo della resistenza ucraina in Donbass. Mosca controlla ormai il 95% del territorio del Lugansk”. È quanto si legge nel rapporto giornaliero dello Stato Maggiore di Kiev. “I nostri soldati si stanno confrontando con i russi nei pressi di una raffineria di petrolio ai margini della città. Mosca ha messo in campo tutte le forze a sua disposizione per completare l’occupazione”.

Ultime notizie