sabato, 13 Agosto 2022

Roma, si tuffa in piscina e non riemerge: festa di compleanno finisce in tragedia 19enne muore annegato

Il ragazzo stava festeggiando il compleanno di un amico, a fine serata si è tuffato in piscina ma non è più riemerso. Il 19enne è morto annegato. Vani i tentativi di rianimarlo. Si indaga per omicidio colposo.

Da non perdere

Un ragazzo di 19 anni è morto dopo essersi tuffato in una piscina durante una festa di compleanno. La tragedia è avvenuta nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 a Roma. Il ragazzo, nato in Italia da genitori cinesi, era alla festa di compleanno per i 18 anni di un amico, organizzata in una piscina nella zona del parco degli Acquedotti. La Procura ha aperto un fascicolo sul caso e si indaga per omicidio colposo.

La tragedia

Doveva essere una festa di compleanno, ma tutto si è trasformato in tragedia; la piscina che doveva fare da sfondo alla serata è diventata protagonista. Da quanto si apprende, il 19enne per concludere la serata ha deciso di effettuare un ultimo tuffo in piscina, ma qualcosa è andato storto, il suo corpo non è più riemerso dall’acqua. All’inizio gli amici hanno pensato a uno scherzo, ma non vedendolo riaffiorare in superficie si sono tuffati per salvarlo. Vani però sono risultati tutti i tentativi di rianimarlo.

Le indagini

I Carabinieri della Compagnia di Casilina, a cui è stata affidata l’indagine, dovranno cercare di trovare le risposte alle tante domande e ricostruire la vicenda. Si indaga per accertare la causa della morte e se ci siano responsabilità colpose da parte della struttura, per omessa vigilanza. Il corpo del ragazzo si trova ora presso l’Istituto di Medicina legale dell’università di Tor Vergata dove sarà sottoposto agli esami.

Ultime notizie