venerdì, 19 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, a Kherson referendum adesione alla Russia. Biden al vertice Nato: “Rinforzeremo posizioni militari in Europa”

L'amministrazione filorussa insediata nella regione ucraina di Kherson sta preparando referendum per entrare in Russia. Zelensky su Bucha: "Come un film violento, ma è la realtà. C'era silenzio, distruzione e senso di morte". Usa al vertice Nato: "Rinforzeremo posizioni militari in Europa per contrastare le minacce da ogni fronte".

Da non perdere

Durante un’intervista al network Usa NBC, Zelensky ha paragonato Bucha a un film di guerra. Lo scenario è terrificante. Dal fronte, l’amministrazione filorussa insediata a Kherson ha iniziato a preparare il referendum sull’adesione alla Federazione russa. Al vertice Nato di Madrid, il presidente Biden ha dichiarato che gli Stati Uniti intendono “rinforzare le loro posizioni militari in Europa“.

Zelensky su Bucha: “È come un film violento sugli effetti della guerra”

Ai microfoni del network Usa NBC, Zelenksy si è espresso sullo scenario di Bucha, dove è avvenuto uno dei massacri più significativi dall’inizio del conflitto: “È come un film violento sulla guerra. Poi ci si rende conto che non è un film, ma è la realtà” e la realtà è più terrificante. Ha ricordato i grandi registi Tarantino e Spielberg e ha aggiunto: “C’è meno sangue che nei film del primo e meno sparatorie che in quelli del secondo”. Ha descritto uno scenario pregno di distruzione, silenzio e morte.

Kherson prepara le carte per annessione alla Russia

La regione di Kherson, in Ucraina, occupata da inizio aprile dalle truppe filorusse, ha iniziato a preparare il referendum sull’adesione alla Federazione russa. L’ha reso noto Kirill Stremousov, numero due del nuovo governo regionale. L’ha annunciato in un video pubblicato su Telegram in cui, però, non ha specificato alcuna data.

Usa al vertice Nato: “Rinforzeremo posizioni militari in Europa”

Il presidente Joe Biden, durante il summit a Madrid, ha dichiarato che gli Stati uniti intendono “rafforzare le loro posizioni militari in Europa” in modo tale che la Nato sia in grado di contrastare ipotetiche minacce” da ogni direzione e da tutti i domini: terra, aria e mare“. Infatti, aveva già annunciato l’intenzione degli Usa di inviare più truppe militari e mezzi americani in Spagna, Polonia, Romania, Stati baltici, Regno Unito e Germania. Ha poi concluso a gran voce: “La Nato è forte e unita. È pronta ad affrontare qualsiasi attacco in qualsiasi campo”.

Ultime notizie