sabato, 13 Agosto 2022

Roma, chiede acqua al bar e gli servono una sostanza tossica: guardia giurata finisce in ospedale

Il 53enne si è recato al pronto soccorso del policlinico Umberto I, in preda a dei fortissimi dolori. I medici hanno confermato si tratti di intossicazione all'esofago e allo stomaco.

Da non perdere

Bere un bicchiere d’acqua in un bar e finire dritti in ospedale per un’intossicazione all’esofago e allo stomaco. È quanto accaduto a Roma, nella zona di Rebibbia, a una guardia giurata particolare di 53 anni. L’uomo si è recato intorno alle 21 di domenica 26 giugno in un locale della Tiburtina, per un caffè in compagnia di un lavoratore dell’Atac. Come è solito avvenire nei bar dal centro Italia in giù, assieme ai due caffè sono stati serviti i due rispettivi bicchieri d’acqua, versati da un’unica bottiglia. È bastato un solo sorso del 53enne per accorgersi della sostanza chimica presente.

L’uomo si è recato immediatamente al pronto soccorso del policlinico Umberto I, in preda a dei fortissimi dolori allo stomaco. I sanitari hanno confermato che si tratta di un’intossicazione all’esofago e allo stomaco, pare dovuta proprio alla sostanza ingerita. La guardia giurata ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della stazione Roma Santa Maria del Soccorso. La bottiglia d’acqua incriminata è stata sequestrata e il liquido è stato inviato nei laboratori chimici per un’attenta analisi.

Ultime notizie