mercoledì, 29 Giugno 2022

Guerra in Ucraina, Mosca: “Super missile Sarmat per fine anno”. Dalla Bielorussia 60mila soldati e 7 battaglioni sul confine

La Russia ha annunciato che per la fine dell'anno sarà operativo il super missile balistico intercontinentale Sarmat, capace di penetrare ogni sistema di difesa missilistica. Peskov: "Nessun tentativo di colloqui dall'Ucraina". Zelensky: "L'ampiezza del nostro fronte è di 2.500 chilometri".

Da non perdere

Mentre continuano gli scontri sul territorio ucraino, la Russia si prepara per un nuovo livello di guerra. Infatti, entro la fine dell’anno, a Mosca sarà operativo il super missile balistico intercontinentale Sarmat, come annunciato dal presidente Putin, che ha incontrato al Cremlino i giovani diplomati dell’Accademia militare. Secondo quanto segnalato dal ministero della Difesa, il missile è capace di “penetrare ogni sistema di difesa missilistica esistente o futura” e lo stesso presidente aveva dichiarato che questa nuova arma darà garanzie di sicurezza alla Russia “contro le attuali minacce” e “farà riflettere coloro che ci stanno minacciando”. Durante l’incontro, Putin ha aggiunto che “siamo orgogliosi che durante l’operazione militare speciale i nostri combattenti agiscano con coraggio, professionalità, come dei veri eroi. Di fronte a nuove minacce e rischi, svilupperemo e rafforzeremo ulteriormente le nostre forze armate”. Intanto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, si è espresso a proposito dell’incontro con i leader Ue della settimana scorsa a Kiev, affermando che non c’è stato nessun tentativo dell’Ucraina “di proporre la ripresa dei colloqui con la Russia dopo la visita di Scholz, Macron e Draghi”.

Zelensky: “Il nostro fronte è di 2.500 chilometri”

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha scritto sul suo canale Telegram che “abbiamo a che fare con il male assoluto. E non abbiamo altra scelta che andare avanti. Liberare il nostro intero territorio. Scacciare gli occupanti da tutte le nostre regioni. E anche se ora l’ampiezza del nostro fronte è di oltre 2.500 chilometri, sembra che l’iniziativa strategica sia ancora nostra”.

Sette battaglioni bielorussi al confine con l’Ucraina

Il portavoce del ministero della Difesa ucraino, Oleksandr Motuzyanyk, ha lanciato l’allarme per la presenza di almeno sette battaglioni bielorussi concentrati vicino al confine. Queste armate comprendono da 3.500 a 4mila uomini e alcune truppe di Mosca sono dispiegate in Bielorussia. L’esercito bielorusso al momento conta circa 60mila soldati, anche se il presidente Lukashenko sembra aver intenzione di aumentare il numero di 20mila.

Ultime notizie