sabato, 2 Luglio 2022

Torino, dramma della solitudine: 48enne ritrovato mummificato in casa

Il cadavere di un uomo di 48 anni è stato ritrovato in avanzato stato di composizione. Il ritrovamento è avvenuto dopo la segnalazione dei vicini per il cattivo odore che proveniva dall'appartamento.

Da non perdere

Il cadavere mummificato di un 48enne è stato ritrovato in un appartamento al terzo piano nel quartiere Barriera di Milano, a Torino. Il ritrovamento è avvenuto martedì 14 giugno, ma la notizia si è appresa solo oggi; a dare l’allarme è stato l’amministratore del condominio, avvisato da alcuni vicini per il forte odore proveniente dall’appartamento. Dopo la segnalazione sul posto si sono recati i Vigili del Fuoco, i sanitari del 118 e la Polizia. Una volta aver sfondato la porta gli agenti hanno trovato il cadavere in avanzato stato di decomposizione.

La vicenda

Secondo il medico legale l’uomo era morto da diversi mesi, almeno 6, per cause naturali. Da quanto pare l’uomo di 48 anni viveva da solo, era disoccupato e solitario. Dopo la morte della mamma sembra si fosse chiuso ancora di più in se stesso. Proprio il suo essere schivo ha portato i vicini a non accorgersi che la buca delle lettere era piena di bollette e di avvisi di notifica. La sorella maggiore, con la quale aveva interrotto ogni rapporto, aveva continuato a pagare in anticipo le spese condominiali. Sul corpo non sono stati trovati segni di violenza o colluttazione; la Questura di Torino sta indagando su quanto possa essere accaduto.

Ultime notizie